contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CULTURA
comunicato stampa

"Ada adina" il nuovo romanzo di Iride Cristina Carucci sarà presentato ad Ancona

2' di lettura
3417

"Ada adina" il terzo romanzo di Iride Cristina Carucci sarà presentato ad Ancona, nei locali di Palazzo Camerata, il prossimo 3 febbraio alle 17.30. A fare gli onori l'assessore Marasca.

Sarà il Prof. Luccarini a presentare l'ultimo romanzo della scrittrice anconetana, Iride Cristina Carucci, già segnalata al Premio Strega 2002.La presentazione di "Ada adina", romanzo edito da Edizioni Italic-Pequod nel novembre 2014, avverrà alla presenza non solo dell'autrice, ma anche dell'assessore alla Cultura del comune di Ancona, nonché scrittore Paolo Marasca. Ad accompagnare la lettura di alcuni stralci la voce recitante di Milena Costantini, attrice di prosa.

"Ada adina". Tratta del tema della separazione. È la storia di Ada, della fine del suo matrimonio, ma anche dei doni della vita. Della ingenuità di una donna di provincia, della sua fede cieca nella famiglia, della ricerca del lavoro, della forza insospettata nell’arginare solitudini e disagi del figlio poco più che adolescente . È il romanzo anche della solidarietà tra donne, degli amori virtuali e non. Dell’Amore per un uomo straniero la cui esistenza è subito percepita come nota. Come un vissuto avvenuto oltre il tempo. “Quante vite nasconde una vita?” è la frase con cui termina il romanzo. Ma il romanzo non è solo la storia di Ada, ma anche della bambina adina, di quell’ infanzia interiore che la protagonista, come ogni altro essere umano si porta dentro. Nella scrittura quindi si intersecano due piani: quello del presente e quello dell’intimo fluire dei pensieri che riportano Ada al suo passato. Il senso della scrittura è legato al valore emozionale della parola che segue con naturalezza le vicende dei personaggi. Di questa risonanza affettiva vive il romanzo.

In allegato il commnto scritto dal prof Luccarini (Clicca sull'immagine per ingrandire ndr)





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-01-2015 alle 18:32 sul giornale del 28 gennaio 2015 - 3417 letture