contatore accessi free

Osimo: a Padiglione sequestrati 23 cani maltrattati, alcuni trasferiti al canile anconetano

Il sequestro dei cani a Padiglione di Osimo 1' di lettura Ancona 04/03/2015 - Martedì 3 marzo gli agenti del Corpo Forestale dello Stato hanno fatto il loro ingresso all'interno di una abitazione privata a Padiglione di Osimo dove 23 cani, di cui 17 nel giardino esterno - alcuni liberi e alcuni in recinti - e 6 all'interno della casa, tenuti in pessime condizioni sanitarie e igieniche.



La Forestale ha infatti eseguito un decreto di perquisizione della Procura della Repubblica di Ancona, a carico del proprietario dell'abitazione e degli animali: l'accusa è di detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura, come previsto dall’art.727 del codice penale.

Tutti i cani sono stat immediatamente sequestrati e sono stati temporaneamente affidati ai canili di Osimo, Jesi e Ancona.

La detentrice dei cani è stata denunciata a piede libero. Alle complesse operazioni, che si sono protratte fino alla serata di martedì, hanno partecipato le guardie zoofile appartenenti alle Associazioni Legambiente-NVZ e OIPA, nonché personale tecnico ASUR per difficile trasporto degli animali.

Sono ancora in corso le indagini per scoprire la proprietà e la provenienza di alcuni degli animali sequestrati, che non risultano essere di prorietà della donna denunciata.

"Non è purtroppo infrequente riscontrare condizioni precarie con cui vengono custoditi gli animali domestici, tuttavia in questo caso è stato di rilievo il numero degli stessi e le pessime condizioni igieniche degli esemplari in casa", ha dichiarato la Forestale al termine delle operazioni di sequestro.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it







Questo è un articolo pubblicato il 04-03-2015 alle 22:39 sul giornale del 05 marzo 2015 - 1704 letture

In questo articolo si parla di cronaca, sequestro, jesi, osimo, padiglione, cani, cristina carnevali, articolo, cani maltrattati

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aghp





logoEV
logoEV