contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CULTURA
articolo

Nasconde “fumo” nel portarossetto e il festino finisce con l'arrivo della polizia

2' di lettura
1694

polizia

Nasconde “fumo” nel portarossetto da donna e il festino tra giovani studenti anconetani finisce con l'arrivo della polizia. Denunciato.

Ancora controlli a tappeto della Polizia di Stato in tutta la città Gli uomini delle Volanti della Questura di Ancona continuano nella sua incessante attività di controllo del territorio e in questo ultimo fine settimana hanno dispiegato tutte le loro forzei nel capoluogo, monitorando particolarmente quei luoghi e quei locali frequentati soprattutto dai giovani. In particolare, proprio a seguito di un’attività di controllo finalizzata alla prevenzione e alla repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, alle ore 01.40, i poliziotti hanno posto particolare attenzione in questa via Thaon de Revel. In questa via, nel parcheggio più grande e poco illuminato, i poliziotti hanno notato tre giovani che confabulavano e che alla vista della “Pantera” cercavano di occultare qualcosa guardandosi intorno come per cercare una via di fuga. Insospettiti da quell’atteggiamento, i tre giovani sono stati bloccati e identificati: tutti ragazzi italiani, incensurati, appena varcata la soglia dei 18 anni, studenti anconetani.

Durante le operazioni di controllo nel piumino di uno di essi, il più agitato, venivano rinvenuti un contenitore di color rosso contenente 2 involucri in cellophane, uno bianco e l’altro trasparente, aperti, all’interno dei quali vi era: - in quello bianco, sostanza stupefacente del tipo hashish del peso di grammi 2,28; - in quello trasparente, droga tipo marijuana per un peso di grammi 3.19. Il contenitore della droga scelto dal giovane studente anconetano era un elegante portarossetto da signora, rivestito di preziosa seta con ricami rossi, scelto sicuramente per la sua forma allungata e ben resistente, insospettatamente adatto per mantenere integre più dosi di “fumo” ed impilare così una dietro l’altra le confezioni di droga, ben riconoscibili l’una dall’altra, pronte per essere offerte, come “cioccolatini” agli amici. Ma il portarossetto e soprattutto il suo contenuto non è sfuggito all’occhio esperto dei poliziotti. Che quello di questa notte sia stato un festino per pochi invitati, si deduce anche dal “grinder” in metallo sequestrato, di proprietà dello stesso giovane, ancora fumante e contenente i residui delle sostanze stupefacenti. Il giovane è stato accompagnato presso gli Uffici della Questura, denunciato all’Autorità Giudiziaria e segnalato alla locale Prefettura.

Le pattuglie automontate e appiedate dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura, inoltre, in questi due giorni hanno inoltre intensificato la loro azione in tutta la città, dati alla mano: 76 le persone controllate; 34 i cittadini extracomunitari identificati, di cui due cittadini del Bangladesh denunciati per ubriachezza molesta; 38 i veicoli controllati di cui 3 sanzionati amministrativamente; 209 le chiamate registrate al 113.



polizia

Questo è un articolo pubblicato il 09-03-2015 alle 15:52 sul giornale del 10 marzo 2015 - 1694 letture