contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CULTURA
comunicato stampa

Camerano: festa della donna, in comune la presentazione del libro di una giovane falconarese

3' di lettura
3015

Cecilia Cozzi, Aspasia
Ogni anno, la festa della donna si ripropone come occasione di riflessione e di discussione sul ruolo che la componente femminile ha sempre avuto nella società e nella storia. Anche Camerano ha voluto arricchire questa giornata con iniziative coinvolgenti, che potessero incontrare la curiosità del pubblico: una di queste, è stata la presentazione del libro “Aspasia, storia di una donna”.

Il motivo? L’autrice è la falconarese Cecilia Cozzi, una giovane donna di appena 23 anni, ma con idee chiare e la passione atta a superare qualsiasi ostacolo, pur di veder realizzati i propri sogni. Proprio per questo, Letizia Maculan, membro della commissione “Pari opportunità” del Comune, ha deciso di invitare Cecilia Cozzi a Camerano e farla conoscere ai propri concittadini, certa che il suo esempio possa dare ottimismo e speranza, soprattutto in questi tempi in rapido cambiamento: “Il libro di Cecillia mi ha molto emozionato - ha esordito - ma credo che sia ancor meglio conoscere Cecilia, vedere il suo amore per la storia e la grinta con cui ha già raggiunto molti risultati, nonostante i suoi 22 anni”. Ad introdurre l’autrice, nella sala convegni del Comune di Camerano, appositamente allestita, è stata Gloria Mura, docente di latino e greco presso il Liceo Classico “Carlo Rinaldini” di Ancona, pronta a ricordare gli esordi di questa sua alunna, ora volta verso un futuro pieno di obiettivi e nuovi traguardi da raggiungere.

“E’ stata un’alunna esemplare, con una continua sete di sapere, ma anche con una vena satirica e creativa ben spiccata, come dimostra la “Rinaldiade”, un poema con compiti in classe ed interrogazioni,al posto delle battaglie e delle gesta eroiche di Achille.” La professoressa, dopo aver esposto gli ultimi sviluppi della carriera accademica della propria alunna, ha lasciato la parola a Cecilia, felice di spiegare al pubblico le ragioni che l’hanno portata a scrivere di una donna come Aspasia e di un’epoca lontana, come l’Atene dell’età classica.

“La figura di Aspasia ha sempre colpito la mia immaginazione e ciò si è unito alla passione per la Grecia, la sua storia e la sua letteratura: tutto è iniziato per gioco, quasi per caso, ma è stato il compimento di un percorso, ancora tutto da scrivere.”

Il pubblico ha ascoltato con interesse le parole della giovane falconarese, che ha invitato tutti a guardare con fiducia al futuro, apprezzando le potenzialità della nostra epoca e contando fortemente sulle proprie passioni come unico stimolo per procedere ogni giorno: “Io ho seguito solo il mio cuore e ciò che amo di più fare e, nonostante il clima di crisi, credo che di opportunità ce ne siano, anche più del passato: per questo, continuo a studiare la letteratura greca, pure nel 2015”.

La commissione delle Pari Opportunità ha ringraziato calorosamente l’ospite ed anche il pubblico ha accolto con grande entusiasmo la giovane autrice, che si è fermata, in seguito, a firmare copie del libro, incentrato sulla storia di Aspasia e del suo compagno, il grande Pericle. Sicuramente, la buona riuscita dell’evento fa presagire l’inizio di una collaborazione fruttuosa fra il Comune di Camerano e la scrittrice falconarese: nulla di meglio, quindi, per festeggiare la festa della donna e ribadire la sua importanza nella nostra società.





Cecilia Cozzi, Aspasia

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-03-2015 alle 12:37 sul giornale del 11 marzo 2015 - 3015 letture