contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

I servizi educativi per l'infanzia al centro di un convegno regionale ad Ancona

3' di lettura
1098

mole vanvitelliana ad Ancona

Dopo il saluto del Sindaco Valeria Mancinelli, saranno Lorenzo Campioni, presidente del Gruppo Nazionale Nidi Infanzia e Emanuela Cocever dell'Università di Bologna con la relazione “Servizi per i bambini, bambini nei servizi: le condizioni del benessere” ad aprire i lavori del convegno “Anghin..gò...questo bimbo a chi lo do? - Quali politiche per la qualità dei servizi educativi all'Infanzia?” organizzato dall'Amministrazione comunale alla Mole Vanvitelliana sabato prossimo, 28 marzo, con orario 9 -16,30.

Il convegno- presentato questa mattina dall'assessore alle Politiche Educative, Tiziana Borini- è articolato in una tavola rotonda, dal titolo “Qualità, flessibilità e benessere nei servizi educativi” coordinata dallo stesso assessore cui parteciperanno assessori e dirigenti dei servizi Educativi di numerosi Comuni delle Marche: Jesi, Pesaro, Senigallia, Fano, Macerata, sant'Elpidio a mare, San Benedetto del Tronto e - nel pomeriggio- in lavori di gruppo su tre diversi temi: “La continuità: un percorso pedagogico oltre il tempo”, guidato da Antonia Labonia, pedagogista e formatrice Prima Infanzia, Roma, e introdotto da Alda Bonetti dell'Unità Operativa Qualità e sostegno alla genitorialità del Comune di Ancona.; “Bambini e bambine esploratori del mondo” condotto dalle educatrici Elisa Polzoni (Macerata) e Angela Albanese (Fermo) e introdotto dalla pedagogista Piera Ermanna Curina e infine “ Genitori: clienti o cittadini?” a cura di Filomena Di Cesare, funzionaria educativa del Comune di Roma, con l'introduzione di Cecilia Giardi, Coordinatrice Servizi Prima Infanzia, Comune di Ancona. L'iniziativa – fortemente voluta dall'Amministrazione comunale dorica e apprezzata dagli operatori del settore (che raramente possono contare su occasioni di incontro e scambio di esperienze)- vuole essere una riflessione sui servizi rivolti alla prima infanzia nella nostra regione, per quanto riguarda particolarmente la fascia d'età 0- 3 (ma sconfinando fino a quella 3-6 anni) , in linea con la continuità educativa che l'Amministrazione comunale di Ancona persegue, dal nido fino alla scuola di infanzia, e con il recente progetto dell'attuale Governo mirato a valorizzare la “buona scuola”.

“Con la collaborazione degli altri Comuni – spiega l'assessore alle Politiche Educative Tiziana Borini- intendiamo verificare se e come la Regione Marche abbia applicato le linee guida rispetto alle Politiche educative, valutare il lavoro che è stato svolto fin qui e lanciare alla Regione Marche, che va verso una fase di rinnovamento delle cariche istituzionali, un appello affinché i servizi per la prima infanzia siano centrali nelle future politiche regionali. Nonostante un periodo di notevoli ristrettezze di bilancio, i Comuni marchigiani stanno facendo la loro parte, investendo in un settore molto importante per le famiglie e la società e attraverso questo confronto sono certa che emergeranno suggerimenti e stimoli preziosi.”

Il Comune di Ancona- che lo scorso anno ha attivato un nuovo servizio all'interno del nido ex Crass, vuoto e inutilizzato da qualche anno (la sezione Primavera), e ha prolungato e differenziato gli orari di alcuni nidi per venire incontro alle esigenze delle famiglie puntando anche sulla formazione- possiede un ruolo importante nel coordinamento delle politiche sociali e specificamente rivolte all'infanzia, nel controllo e nella verifica della qualità dei servizi ad essa destinati: “ è pertanto più che opportuno raccordarsi con le altre Amministrazioni -conclude l'assessore Borini- facendo rete tra servizi e operatori e nei confronti degli enti che distribuiscono risorse, per programmare e rendere possibili azioni di cui tutta la comunità potrà beneficiare.”

Il convegno è a ingresso libero ed educatori, genitori, nonni sono i benvenuti.





mole vanvitelliana ad Ancona

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-03-2015 alle 15:42 sul giornale del 25 marzo 2015 - 1098 letture