contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
articolo

Violenza sessuale di gruppo su ragazzina. Due arresti ad Ancona

2' di lettura
2577

Violenza sulle donne

L'hanno stuprata nei pressi dei giardinetti del Piano approfittando del buio della sera. Ma la Mobile dorica, dopo una serrata indagine, rintraccia i due responsabili.

Sabato sera i poliziotti della Squadra Mobile, dopo una serrata attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona, hanno tratto in arresto due giovani peruviani responsabili di violenza sessuale di gruppo e lesioni nei confronti di una giovane ragazza.

Il fatto risale allo scorso 9 marzo quando la giovane, di ritorno dalla scuola serale, si era fermata in un pub del “Piano” a bere una birra in compagnia dei due conoscenti. Dopo i primi sorsi aveva subito cominciato ad avvertire un forte malessere e giramenti di testa, anche per l'assunzione di un farmaco unito all’alcool. Di lì a poco si sarebbe consumanta la violenza. Infatti accompagnata dai due in un vicino giardino ormai al buio uno di loro la immobilizzava con forza stuprandola, mentre il secondo, in piedi, controllava che nessuno si avvicinasse.

La giovane, che non aveva avuto mai rapporti sessuali nè relazioni sentimentali con nessuno dei due, veniva accompagnata ancora sconvolta e stordita presso la sua abitazione. Evidente il copioso sanguinamento lungo le gambe della giovanissima che non poteva non essere notato anche dalla madre che le prestava le prime cure appena entrata in casa.

E poi l’indomani, vedendo la persistenza di perdita ematica, la donna, preoccupata, accompagnava la figlia d’urgenza all’ospedale Salesi, dove veniva sottoposta ad un delicato intervento di sutura dei tessuti vaginali con conseguente ricovero di oltre una settimana. Non appena venuti a conoscenza della notizia e attese le puntuali disposizioni della Procura della Repubblica, i poliziotti e le poliziotte della Squadra Mobile dorica eseguivano tutti gli accertamenti e le indagini che permettevano di ricostruire la dinamica dei fatti ed individuarne i responsabili.

L’attività investigativa della Squadra Mobile Sezione omicidi e reati a sfondo sessuale, permetteva l’emissione di due Ordinanze di Custodia Cautelare da parte del GIP Carlo Cimini, da scontare nei rispettivi domicili. I due peruviani venivano arrestati dalla Polizia per i gravissimi reati di violenza sessuale di gruppo aggravata dall’uso di sostanze alcoliche e narcotiche, nonché lesioni aggravate.



Violenza sulle donne

Questo è un articolo pubblicato il 13-04-2015 alle 12:46 sul giornale del 14 aprile 2015 - 2577 letture