contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
articolo

Pizzicato con diverse bustine di eroina in bocca. Nei guai un 38enne anconetano

2' di lettura
1043

Pizzicato con diverse bustine di eroina in bocca pronte per lo spaccio. A finire nei guai un 38enne anconetano grazie ai Carabinieri.

I militari della Tenenza dei Carabinieri di Falconara hanno proceduto, sabato, al fermo di un 38enne anconetano accusato di spaccio di eroina. Nell’ambito dei normali servizi di controllo del territorio il personale investigativo della Tenenza, mentre si trovava nei pressi della stazione, notava un’auto procedere ad andatura particolarmente lenta; a bordo venivano individuati tre persone già gravate da precedenti per stupefacenti.

Da qui l'ipotesi che i tre fossero in giro per questioni legate alla droga e iniziavano a pedinarli; l’auto percorreva più volte le vie del centro, sempre a bassa andatura, lasciando intuire che i suoi occupanti fossero alla ricerca di qualche cliente. Dopo qualche minuto i militari bloccavano il mezzo nei pressi di via Marconi; la perquisizione si concludeva col recupero di diverse bustine di eroina, pronte alla vendita, che uno dei passeggeri conservava in bocca, nella speranza di passare indenne al controllo.

Da un controllo del cellulare dell'uomo, inoltre, permetteva di verificare la presenza di numerosi messaggi scambiati con i clienti; orari degli appuntamenti, prezzi, commenti sulla qualità e quantità dello stupefacente a disposizione, richieste di saldo dei debiti contratti dai clienti. La perquisizione dell’abitazione portava al rinvenimento di diverso materiale per il confezionamento delle dosi (bilancini di precisione, ritagli plastici, sostanza da taglio ecc.); ulteriormente l’uomo veniva trovato in possesso di un paio di manette matricolate della Polizia di Stato provento di furto. L’uomo veniva accompagnato presso il Comando per gli accertamenti del caso e denunciato a piede libero per detenzione ai fini di spaccio di stupefacente e ricettazione.



Questo è un articolo pubblicato il 26-04-2015 alle 23:52 sul giornale del 27 aprile 2015 - 1043 letture