contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Dal 6 maggio le informazioni di pubblica utilità si potranno chiedere anche su Whatsapp

2' di lettura
906

Smartphone, Iphone, tecnologia
Da domani, 6 maggio, i cittadini potranno chiedere e avere informazioni di pubblica utilità dal Comune anche su Whatsapp. Si chiama proprio “UrpsuWhatsapp” il nuovo servizio gratuito di comunicazione pubblica gestito dall’Ufficio relazioni con il pubblico che utilizzerà la chat testuale più diffusa al mondo per dare informazioni su eventi, viabilità, orari, bandi, scadenze, emergenze, iniziative di pubblica utilità ecc. e che va ad aggiungersi ai consueti canali di comunicazione e ai social network dell’Amministrazione.

Il servizio sarà attivo (salvo emergenze) negli orari di apertura di ufficio lunedì, mercoledì, venerdì dalle ore 9 alle 13, martedì e giovedì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17. Come funzionerà “Urpsuwhatsapp”? Una volta scaricata l’applicazione, il cittadino potrà entrare in contatto con il Comune con il numero 366 7695184 che consigliamo di memorizzare in rubrica come UrpComune o nomi analoghi. Avrà due possibilità: utilizzare Whatsapp per richiedere singole informazioni quando lo desidera o accettare di essere anche inserito in una lista broadcast (quindi nessun utente potrà vedere i contatti altrui garantendo la privacy) per ricevere notizie, avvisi, inviti dal Comune. In questo caso verrà inviata ai cittadini una policy che stabilisce le condizioni di privacy, le tipologie dei messaggi che saranno inviati e per impostare un vademecum che vieta l'utilizzo di messaggi diffamatori, attacchi personali ecc., pena il blocco del numero responsabile.

Il canale Whatsapp non riceverà segnalazioni e reclami, che continueranno ad essere acquisiti e monitorati attraverso Eurp, l’applicativo on line dedicato che permette la gestione degli stessi tra gli uffici. UrpsuWhatsapp – di cui sono evidenti i vantaggi per il cittadino in termini di gratuità, semplicità e immediatezza – è una iniziativa, una delle prime in Italia di utilizzo dell’applicazione da parte di un ente pubblico, che rientra all’interno di “Ancona smart city”, il progetto della Direzione generale del Comune volto all’innovazione non solo tecnologica dei servizi al cittadino.



Smartphone, Iphone, tecnologia

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-05-2015 alle 19:06 sul giornale del 06 maggio 2015 - 906 letture