contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Rubini (Sel-Abc), centro rifiuti Posatora: "Dalla giunta inspiegabile difesa di un progetto sbagliato e dannoso"

1' di lettura
1277

Francesco Rubini
Nel consiglio comunale di oggi, 7 maggio 2015, sono tornato ad occuparmi del centro rifiuti in costruzione a Posatora interrogando ancora una volta l'assessore Urbinati sui fini del sito di stoccaggio, le modalità d'uso , i rifiuti che andranno conferiti e le procedure di coinvolgimento della cittadinanza nella scelta di quel luogo nel bel mezzo di un quartiere e a pochi metri da uno dei più bei parchi della città.

Ancora una volta le risposte della giunta sono insoddisfacenti e a tratti davvero stupefacenti per inconsistenza e illogicità. L'assessore ha infatti ribadito che il progetto ha visto la condivisione del quartiere più volte interpellato per poi aggiungere che il centro rifiuti andrà a riqualificare una zona degradata(!). Ad Urbinati dunque ci sentiamo di ribattere con quanto segue: - Coinvolgere la cittadinanza non significa convocare il circolo pd di Posatora ma costruire percorsi di partecipazione veri e i più ampi possibile. Cosa che a Posatora non è stata fatta. - Non è possibile immaginare di riqualificare un'area degradata portandoci rifiuti ingombranti. È un controsenso oggettivo che in questo caso non può che assumere i contorni di una scusante per un progetto evidentemente inopportuno. - Il luogo scelto per la realizzazione del sito è inadatto e dal consistente impatto ambientale e paesaggistico. - Problemi di viabilità e smog deriveranno dal traffico dei mezzi pesanti che affluiranno nel sito con continuità e costanza. Con questo comunicato ribadiamo dunque la contrarietà del nostro gruppo consiliare al centro rifiuti a Posatora e il nostro impegno per denunciare fino in fondo questo brutto esempio di amministrazione pubblica.

Francesco Rubini, capogruppo SEL - Ancona Bene Comune



Francesco Rubini

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-05-2015 alle 01:08 sul giornale del 08 maggio 2015 - 1277 letture