contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Vallemiano si veste ad arte. Tra teatro, danza urbana e...

3' di lettura
1126

mattatoio e casa delle culture
La Casa delle Culture di Ancona presenta il terzo appuntamento pomeridiano, prima del conclusivo Mattatoio Open Day di Giugno, organizzato nell’ambito del Progetto di riqualificazione urbana Una piazza per Vallemiano con cui l’Associazione intende ricostruire l'identità e la socialità dello storico quartiere popolare; sarà un pomeriggio di performance tra teatro e danza urbana, mostre di fotografia, proiezioni, un concerto d’archi e un laboratorio di disegno dal vero pensato per i bambini.

L’appuntamento, questa volta interamente dedicato alle arti, è per DOMANI, sabato 9 maggio, dalle ore 17.30 presso la Casa delle Culture, in via Vallemiano 46, ma esteso anche ad altri luoghi simbolici del quartiere, tra cui la sede del Centro sperimentale di Design Poliarte, il Punto Coop di Vallemiano e il Cafè Colorado; si avrà la possibilità di passeggiare lungo la via principale del quartiere per riscoprire spazi usuali guardandoli con occhi diversi, incrociare una danza, una musica o una parola che racconta, imbattersi nell’inaspettato per stupirsi e sorprendersi. Dopo la grande partecipazione alle iniziative passate -la festa dell’Equinozio di Primavera e la passeggiata alla scoperta della Valle del Miano, cui hanno aderito centinaia di anconetani -le Associazioni di Casa Culture propongono un nuovo programma denso di attività ed iniziative artistiche e culturali, volte ad animare le vie del quartiere dalle 17.30 fino alle 19:30.

Hexperimenta mette in campo una performance di danza urbana pensata appositamente per il supermercato COOP di Vallemiano e creata all’interno del corso di “Scrittura fisica per la creazione di un corpo consapevole”, che ormai da 3 anni viene tenuto a Casa Culture; sarà presente anche con altri interventi lungo la via, volti ad esportare la danza nei luoghi del sociale e reinventare spazi non esattamente deputati alla sua visione. Un rimando alla danza urbana sarà dato da una mostra fotografica curata da Viviana Falcioni e Roberto Frey, anch’essa con una ambientazione inusuale. Presso la sue sede di Via Vallemiano 41b, Poliarte aprirà al pubblico la mostra curata dagli stessi studenti del Centro sperimentale di design, mentre nell’Auditorium l’associazione Nie Wiem proporrà la proiezione dei cortometraggi vincitori dell’edizione 2014 di Corto Dorico. Proprio il porticato della Poliarte e Colorado Cafè ospiteranno la Compagnia “MenoPausePiùTeatro” dell’Associazione Leggio, la quale proporrà estratti dello spettacolo “Donne, città invisibili”, progetto nato dall'idea di Patrizia Marcheselli sulle suggestioni delle “Città invisibili” di Italo Calvino, scritto e rappresentato da un gruppo di donne per la regia di Cinzia Leoni. Altri interventi di teatro verranno proposti da Educare Agendo, associazione di educatori professionali che si è prefissa di perseguire la strada delle performance teatrali come percorso di coscientizzazione e crescita dell’individuo e del gruppo. La loro proposta, che cerca stimoli per una comunità più cosciente, per un quartiere più vivo dinamico e in crescita, non passerà certo inosservata.

All’interno di Casa Culture, dalle 17.30 alle 19.00, verrà attivato un laboratorio di disegno per bambini: sulla base del murales dell'artista Lucamaleonte che orna il porticato dell’ex-mattatoio, i bambini potranno cimentarsi nella riproposizione della tecnica usata dall’artista fino a creare un proprio progetto su lucido. La conclusione sarà affidata all’Orchestra d’archi del Liceo Rinaldini, che, con la direzione del Maestro Morellina, sotto il porticato di Casa delle Culture eseguirà musiche di Mozart, Haendel e Pergolesi.



mattatoio e casa delle culture

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-05-2015 alle 17:10 sul giornale del 09 maggio 2015 - 1126 letture