contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Jesi: innovazione di casa, un convegno sullo sviluppo tecnologico dell'ordine degli ingegneri

2' di lettura
338

L'ordine degli ingegneri di Ancona
L'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Ancona in collaborazione con RSE SpA - Ricerca sul Sistema Energetico hanno organizzato un incontro su uno dei temi più sentiti in merito a ricerca e sviluppo tecnologico, le smat grids nuovo paradigma tecnologico per garantire una fornitura energetica efficiente, sicura e sostenibile.

Il territorio provinciale al centro del confronto sull'innovazione con il convegno "SMART GRIDS lo stato dell'arte in Italia e gli sviluppi futuri”. L’Ordine degli Ingegneri della provincia di Ancona in collaborazione con RSE SpA - Ricerca sul Sistema Energetico hanno organizzato un incontro su uno dei temi più sentiti in merito a ricerca e sviluppo tecnologico. "Le Smart Grid costituiscono il nuovo paradigma per garantire una fornitura energetica efficiente, sicura e sostenibile, anche a fronte delle sfide poste dal recente turbinoso incremento della produzione energetica da fonti rinnovabili", ha spiegato il Presidente dell'Ordine Roberto Renzi durante l'introduzione all'appuntamento. Le tecnologie di controllo e comunicazione che pervadono una Smart Grid permettono infatti di ottimizzare il funzionamento e la gestione del sistema elettrico e di utilizzare al meglio le reti di trasmissione e distribuzione. Ed è all'interno del percorso di stimolo e affiancamento alle realtà industriali marchigiane ed italiane, che si inserisce il Seminario, durante il quale l’esperienza dei ricercatori RSE ha premesso di fare il punto sulle tecnologie esistenti in ambito Smart Grids, sulle relative problematiche e sulle possibili soluzioni, che possono costituire altrettante concrete opportunità di attività e sviluppo per le Piccole medie imprese del nostro paese.

Il confronto, organizzato all'Auditorio IMESA SPA– c/o Imesa Zona Industriale ZIPA Jesi, ha perciò contribuito ad aprire le porte al sistema di sinergie tra ricerca, innovazione ed impresa, viatico a quell'uscita dalla recessione che per ora sembra appena avviata ma che può e deve contare sulla crescita del sistema informatico del territorio marchigiano per favorire il consolidamento di importanti player locali sul mercato internazionale.



L'ordine degli ingegneri di Ancona

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-05-2015 alle 15:35 sul giornale del 11 maggio 2015 - 338 letture