contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Summit sullo sviluppo del porto. Gasparoni: "Importante l'avvio lavori escavo e prosecuzione diga foranea"

2' di lettura
1100

Importante summit sullo sviluppo del Porto presso l'ATS Trasporti con Autorità Portuale e Camera di Commercio La crescita dei traffici portuali di merci e passeggeri ed il recupero del porto storico alla città di Ancona sono interventi molto importanti sia per i lavoratori che per i cittadini.

Lo sviluppo dei traffici ed il suo completamento è ritenuto prioritario per accrescere il livello di servizi, qualità ed efficienza necessario per rimanere in linea con l’aumento della dimensione delle navi e dei traffici portuali. Le azioni di sviluppo dei traffici portuali sono state richieste dal presidente dell'ATS Trasporti Moreno Cupido agli intervenuti all'incontro Rodolfo Giampieri presidente AP, Giorgio Cataldi Presidente Camera di Commercio, Tito Vespasiani segretario AP e Gilberto Gasparoni della Confartigianato. Per questo è in costruzione, ha detto Giampieri, il molo di sopraflutto che sarà terminato in estate, che consentirà la realizzazione della banchina rettilinea, con fondale di 10 metri, il riempimento della vasca di colmata esistente per la costruzione soprastante di nuovi piazzali. I nuovi spazi portuali, una volta realizzati, consistono in circa 2 ettari di piazzali.

Tali spazi, consentono un adeguato sviluppo delle attività logistico portuali legate ai cicli delle merci in container e rinfusa, sfruttando le infrastrutture esistenti e quelle in fase di realizzazione. Anche l’escavo dei fondali è stato appaltato ripristinando i fondali a - 10 mt e potrà essere utilizzata per l'attracco delle navi. Giorgio Cataldi ha evidenziato il lavoro della camera di Commercio con l'osservatorio per sostenere le attività delle imprese portuali sia per le merci che per i passeggeri. Vespasiani ha illustrato tutti i lavori in corso e gli appalti in itinere che nei prossimi anni cambieranno il volto del porto.

Per quanto riguarda i traffici commerciali, è molto sentita secondo Gasparoni di Confartigianato, l’esigenza di disporre di nuove superfici in prossimità delle banchine a supporto dei traffici container, merci varie e rinfuse. In attesa di completare le opere, l’Autorità Portuale ha firmato un preaccordo per l’acquisizione dell’area “Bunge Italia s.p.a.” (49.000 mq).

Inoltre secondo Confartigianato merita una riflessione il mantenimento dei Silos che sono e potrebbero essere fonte di occupazione e di ulteriore sviluppo dei traffici portuali e si impone l'esigenza di sistemare la viabilità locale che in zona by pass e Torrette è fortemente sconnessa e pericolosa con rischi per i veicoli e le persone. Insomma il porto ammodernato permetterà l’approdo di grandi unità navali della nuova generazione, con possibilità di organizzare i servizi a terra secondo i moderni criteri e assumerà, importanti requisiti infrastrutturali, con competitività nel mercato dei trasporti marittimi.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-05-2015 alle 17:12 sul giornale del 12 maggio 2015 - 1100 letture