contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
articolo

VivereVerde: il Coleus, una delle piante a ciclo primaverile/estivo dal maggiore impatto decorativo

4' di lettura
2074

Coleus (Coleus sp.)
Grazie al suo particolare apparato fogliare il Coleus è considerato una delle piante a ciclo primaverile/estivo dal maggiore impatto decorativo.

Coleus (Coleus sp.)
Pianta erbacea caratteristica per il suo fogliame, appartenente alla famiglia delle Labiatae (o Lamiaceae), è originaria dell'Africa e dell'Asia. Il genere Coleus è costituito da alcune piante perenni, coltivate come annuali, generalmente si mantengono di dimensioni comprese tra i 20 e i 30 cm, ma alcune varietà raggiungono i 60-70 cm. Possiedono un fusto a sezione quadrangolare e le foglie opposte, assumono forme molto diverse secondo la specie: cuoriformi, lanceolate, ovali, con i margini lisci o dentellati e con colorazioni che vanno dal verde chiaro, al ramato, al rosso, all'arancio e al giallo, variamente combinati tra loro. I fiori sono riuniti in infiorescenze a spiga e sono piccoli, di colore variabile dal bianco, al blu, alla porpora, e sono poco appariscenti. Il coleus come l’Heuchera è un’erbacea che possiamo usare nelle aiuole, nelle bordature, sfruttando il loro fogliame e il loro basso costo; in alternativa lo possiamo coltivare anche in casa, in un vaso insieme con altre essenze. Solo una specie è ampiamente coltivata ed è comunemente classificata come ibrido di Coleus blumei, tra altre minori specie utilizzate in commercio, troviamo:
Coleus thyrsoides: ha un'abbondante fioritura da novembre a marzo, producendo fiori molto graziosi di colore azzurro, molto decorativi riuniti in pannocchie.
Coleus verschaffeltii: rispetto al Coleus blumei è una pianta che raggiunge dimensioni maggiori.

Coltivazione

Terreno e Impianto

Richiedono un terreno ricco, sciolto asciutto, ben drenato, teme i ristagni soprattutto in inverno. Non utilizzate terreni a reazione acida ma neutri o leggermente alcalini. Per trapiantarli nel vostro giardino, fate prima una buca profonda circa il doppio del vaso dove si trova la pianta. Sul fondo della buca mettete 10 cm buoni di terriccio universale, mettete la pianta e richiudete la buca sempre con il terriccio universale e annaffiate, per facilitare la coesione fra la zolla di radici e il suolo. La densità d'impianto è di 9-12 piante per metro quadrato, distanti tra loro dai 15 a 30 cm.

Esposizione
Buona luce, preferiscono le posizioni semi-ombreggiate, che favoriscono una forte colorazione delle foglie; crescono senza problemi anche in pieno sole, ma spesso i raggi solari tendono a schiarire le foglie. Temono moltissimo il freddo, e quindi vengono posti a dimora in tarda primavera; le temperature ottimali di coltivazioni sono intorno ai 20°/25°C ma sopportano bene anche temperature superiori. E' opportuno che non scendano sotto i 10°C; sotto ai quali la pianta muore ed è per questo motivo che nei climi temperati la pianta viene allevata come annuale in quanto non superano gli inverni soprattutto se allevate all'aperto. Attenzione alle correnti d'aria fredda che non sono tollerate.

Irrigazione
Annaffiare abbondantemente dalla primavera, per tutta l'estate in modo che il terriccio rimanga leggermente umido e senza lasciare per molto tempo ristagni idrici nel sottovaso. Durante l'inverno si annaffia con più moderazione mantenendo sempre il terriccio leggermente umido. Occorre fare molta attenzione, se le temperature si abbassano, di non fare ristagnare l'acqua. Questo comporterebbe un eccessivo abbassamento della temperatura a livello radicale che potrebbe essere fatale per la pianta.

Potatura
Per le piante di Coleus si esegue una cimatura, vale a dire tagliare gli apici vegetativi dei rami appena tendono a disperdersi in modo da stimolare la pianta a produrre nuovi rami e quindi ottenere una pianta d'aspetto più compatto, questa procedura la possiamo ripetere più volte per accentuare l’effetto. Un altro passaggio da eseguire è quello di eliminare i fiori; si consiglia di toglierli per non far sprecare energie alla pianta tagliandoli, non appena compaiono, sotto il primo paio di foglie.

Coltivazione in Vaso
Per quanto riguarda gli esemplari coltivati in vaso, ricordiamo che in genere richiedono maggiori annaffiature, rispetto agli stessi posti in piena terra. Inoltre spesso manifestano maggiore sensibilità alle temperature, molto elevate o molto basse, e alle malattie dell'apparato radicale. Durante la primavera, estate e autunno possiamo tenere tranquillamente la pianta all’esterno o sul nostro terrazzo, sempre in una zona soleggiata. In inverno invece, nei climi dell’Italia settentrionale e centrale vanno protette dal freddo, possiamo anche mettere il vaso vicino ai muri esposti a sud, ma spesso si preferisce rinnovare la pianta dato, il suo basso costo.



... Massimiliano Cerri


Coleus (Coleus sp.)

Questo è un articolo pubblicato il 14-05-2015 alle 05:00 sul giornale del 15 maggio 2015 - 2074 letture