contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Servizi Educativi: non residenti, al vaglio la modifica del regolamento

3' di lettura
1200

Infanzia, asilo nido
Quest’oggi, nella Commissione consiliare sulle politiche educative, si è affrontato il tema della modifica del regolamento del servizio per bambini insieme ai genitori per “Il tempo per le famiglie” che ha sede in via Redipuglia. La modifica del regolamento di questo servizio (che sarà sottoposta all’approvazione del consiglio comunale) riguarda la possibilità per i non residenti nel Comune di Ancona di accedervi, ferma restando la precedenza data ai residenti.

Questo in analogia con quanto è stato già attuato dall’Amministrazione nel regolamento dei nidi comunali. “La flessibilità che stiamo adottando per affrontare nuove problematiche emergenti nei servizi generalmente offerti dalle politiche Educative del Comune, ci permette di dare risposte concrete in tempo reale ai nuovi bisogni dei cittadini e in primo luogo dei bambini nei primi tre anni di vita, così importanti per un sano sviluppo. L’obiettivo è quello di mettere il servizio di “Il tempo per le famiglie” in rete con i nidi” afferma assessore Tiziana Borini. “Il tempo per le famiglie”, che è attivo dal 1997, è un luogo dove i bambini fino a tre anni di età vengono accolti da due educatrici dipendenti comunali e vengono accompagnati da un adulto che può essere un genitore o un nonno. Il servizio offre l’opportunità a bambini che non frequentano il nido di incontrare altri coetanei in un contesto educativo e di gioco con la guida delle educatrici.

Questa è anche una occasione per genitori o nonni di confrontarsi tra loro sulle tematiche della crescita dei bambini e poter osservare il proprio figlio nel modo di relazionarsi con altri piccoli. Il servizio risponde anche ad una finalità di aggregazione per quelle famiglie che sono appena giunte in città o che non hanno molti legami relazionali o parentali nel territorio. Molte famiglie in corso d'anno si trovano costrette a dover ritirare il bambino dal nido che stava frequentando. Questo repentino cambiamento nella vita quotidiana della famiglia risulta essere destabilizzante sia per il bimbo, abituato ai ritmi del nido, alla relazione affettiva e sociale con altri adulti di riferimento e con i compagni di gioco, sia per i genitori che si trovano senza un punto di riferimento stabile di condivisione e confronto con le educatrici sulla crescita del proprio figlio. Per limitare questi disagi il Coordinamento Pedagogico del Comune di Ancona sta valutando modalità facilitate per accompagnare questo cambiamento e per favorire il passaggio di genitori e bambino ad un'altro servizio educativo, “Il Tempo per le famiglie”, che accoglie genitori e bambini insieme.

“Il tempo per le famiglie”, è un servizio educativo più "leggero", sia come impegno di spesa che come tempo di frequenza e offre ai bambini in un ambiente sereno e opportunamente organizzato, le stesse proposte di gioco e attività del Nido. Permette inoltre al genitore che accompagna il bambino di non restare da solo ma incontrare altri genitori e avere un utile stabile confronto con le educatrici del Centro.



Infanzia, asilo nido

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-05-2015 alle 15:08 sul giornale del 28 maggio 2015 - 1200 letture