contatore accessi free

Ruba dalla cassettina portaoggetti. Brutta sorpresa all'uscita di un ufficio per il proprietario

Cellulari rubati, ricettazione, furto 1' di lettura Ancona 19/07/2015 - Ruba due cellulari dalla cassettina portaoggetti. Brutta sorpresa all'uscita di un ufficio per il proprietario. Ma a soccorrerlo arriva la Polizia che riacciuffa il ladruncolo.

Sono bastati solo 5 minuti di distrazione e dalla cassetta portaoggetti, posta all'esterno di un ufficio pubblico scompaiono due telefoni cellulari. Ieri pomeriggio, un uomo, prima di entrare nei locali di un ufficio pubblico dotato di metal detector riponeva le chiavi e i due cellulari all'interno della cassetta numero 8. Ma è proprio all'uscita, dirigendosi verso la propria auto che si ricordava di aver dimenticato tutti gli oggetti di “metallo” nella cassettina di sicurezza.

Arrivato davanti alla cassetta brutta sorpresa per il proprietario che la trova forzata ed aperta con all'interno solo le chiavi dell’auto. E' in questo momento che una pattuglia dei Poliziotti di Quartiere, in servizio di controllo e vigilanza del territorio, venivano attratti dall'uomo che, in un evidente stato di agitazione, gesticolava e gridava davanti al totem con tutte le cassette portaoggetti.

Raccolto il racconto del malcapitato, i Poliziotti, notavano nell'immediato un individuo che, a piedi, sbirciando tra le auto parcheggiate, cercava di sfuggire tra il traffico. Visto lo strano atteggiamento del “passante”, i poliziotti si mettevano subito sulle sue tracce e riuscivano a bloccarlo poco più in là in corso Stamira. Accompagnato presso gli Uffici della Questura, veniva sottoposto ai rilievi di rito e denunciato per furto aggravato.






Questo è un articolo pubblicato il 19-07-2015 alle 14:05 sul giornale del 20 luglio 2015 - 986 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo, telefoni cellulari smartphone

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/al9L





logoEV
logoEV
logoEV