contatore accessi free

Via Ragusa: nuovo arresto per spaccio. A finire nei guai 26enne tunisino

3' di lettura Ancona 23/07/2015 - Nuovo arresto per spaccio ai giardinetti di via Ragusa. A finire nei guai grazie ai Carabinieri della Tenenza falconarese un 26enne tunisino.

E' successo nella serata di mercoledì quando gli uomini della Tenenza dei Carabinieri di Falconara Marittima hanno tratto in arresto un giovane uomo per spaccio di stupefacenti. Il personale dell’aliquota operativa, nel corso di un servizio in abiti civili ad Ancona nei pressi del parco di via Ragusa, notava un gruppo di ragazzi di colore, seduti in una zona appartata dell’area verde. Tra di loro riconoscevano C.A. 26enne tunisino e la sua presenza destava subito l’interesse degli investigatori visto che il giovane, nel corso dell’ultimo anno, era già stato fermato in altre tre occasioni per detenzione ai fini di spaccio di hashish. In effetti, dopo pochi minuti, i militari notavano che l'uomo veniva raggiunto da un ragazzo; dopo aver scambiato con lui qualche parola il giovane si alzava e, raccolto qualcosa da un pacchetto di sigarette nascosto nell’erba, effettuava uno scambio, ricevendo in cambio del denaro.

L’operazione si ripeteva identica con altri due ragazzi, sopraggiunti nella mezzora successiva; a questo punto i militari intervenivano fermando uno dei clienti all’uscita dal parco e recuperando l’hashish appena acquistato. L’azione di controllo veniva però notata da alcuni sodali del tunisino, usciti dal parco; avvisato telefonicamente l’uomo raccoglieva dall’erba il pacchetto di sigarette e lo nascondeva dentro una fitta siepe dopodichè tentava di allontanarsi dal parco da un’uscita secondaria, ignaro dei militari che continuavano ad osservarlo da distanza ravvicinata. Raggiunto dagli investigatori l’uomo, ostentando sicurezza, si mostrava stupito del controllo e precisava di non detenere nulla di illegale. L'immediato controllo della siepe permetteva ai militari però di recuperare il pacchetto di sigarette al cui interno venivano trovati altri 10 pezzi di hashish, pronti per lo smercio, per un peso complessivo di 20 grammi. Il giovane veniva inoltre trovato in possesso di circa 200 euro provento di spaccio. Per l’uomo scattavano le manette. Ora dovrà attendere, presso le camere di sicurezza della Tenenza, l’udienza di convalida prevista per la mattinata di giovedì.

L’operazione è l’ennesima portata a termine dall’aliquota investigativa della Tenenza di Falconara. Dall'inizio dell’anno circa 50 arresti: a finire nella rete dei militari sono stati principalmente spacciatori ma anche “topi di appartamento” sorpresi in flagranza di reato. Questo grazie anche alla conoscenza del territorio e degli ambienti della criminalità locale: elementi base per l’aliquota. Nè sono mancati interventi anche extraterritoriale con piste investigative e soffiate che hanno portato fuori Falconara i militari. Tra questi molte le operazioni nel capoluogo dorico ma anche in Chiaravalle e Montemarciano. Tra gli arresti più eclatanti effettuati nell’ultimo anno si ricorda quello del giovane anconetano, figlio di un noto professionista, sorpreso con oltre un chilo di hashish in casa e l’arresto dell’artigiano di Castelferretti, grossista dell’eroina, trovato in possesso di oltre due etti di polvere bianca nascosta nel lampadario dell’appartamento.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-07-2015 alle 13:16 sul giornale del 24 luglio 2015 - 821 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/amkG





logoEV
logoEV