Lodolini: "Il governo è sulla buona strada"

Emanuele Lodolini, parlamentare 2' di lettura Ancona 01/08/2015 - "Passo dopo passo stiamo cambiando l’Italia” è il titolo del documento che, sotto forma di slides, l'On. Emanuele Lodolini, membro della Direzione nazionale Pd, ha presentato nel corso del primo incontro tematico svoltosi a Montecarotto, in provincia di Ancona, che proseguirà nei prossimi mesi, in collaborazione con i Circoli Pd, per raccontare il lavoro svolto finora dal governo Renzi, per realizzare le riforme necessarie a cambiare e a far ripartire l’Italia. Presenti i Sindaci Brega (Montecarotto), Bomprezzi (Arcevia), Cerioni (Cupramontana), Tassi (Serra de Conti), Marchetti (Rosora), il Consigliere regionale Enzo Giancarli e quello provinciale Daniele Olivi.

Lodolini ha fatto un'ampia e puntuale panoramica: dal taglio dell’Irpef per gli 80 euro in busta paga, alle nuove norme anticorruzione e contro gli ecoreati, fino alla legge elettorale e alla riforma della scuola, dalla riforma del fisco e della PA alla riduzione delle tasse. “L’Italia ha pagato un prezzo altissimo per la crisi economica di questi anni anche perchè ha preferito giocare la partita della competitività abbassando i salari, anzichè scommettere su ciò che sappiamo fare meglio. Il jobs act vuole invertire questa rotta, rendendo il contratto stabile più conveniente di quello precario”.

"Le nostre riforme - ha detto Lodolini - mirano non solo a incentivare le assunzioni a tempo indeterminato attraverso robusti sgravi fiscali, ma anche a consentire a milioni di lavoratori di avere da subito, dal primo giorno di applicazione del nuovo contratto a tutele crescenti, tutte le garanzie e le tutele necessarie e che con le altre forme contrattuali non avevano”. “La riforma costituzionale è una delle più importanti di questa legislatura – ha spiegato il giovane parlamentare – perchè supera il bicameralismo che tanto rallenta il nostro iter legislativo, snellisce le procedure, riduce i costi, rivede e corregge le competenze tra Stato e Regioni. Tutte cose di cui si discute da molti anni e su cui questo parlamento è impegnato. Non possiamo permettere di rimandare ancora. Cambiare le istituzioni del nostro Paese è un dovere, un atto anche di credibilità nei confronti dei nostri partner internazionale e soprattutto una necessità per rendere più moderna l’Italia”.

"Bisogna fare attenzione, correggere tutto ciò che è possibile, ma non possiamo permetterci nemmeno l’illusione che si possa lasciare tutto così com’è. Sono i fatti a dire che occorre cambiare modello, non per il semplice gusto di cambiare bensì per poter essere all’altezza dei bisogni del presente e del futuro”.


da On. Emanuele Lodolini
parlamentare Pd





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-08-2015 alle 16:18 sul giornale del 03 agosto 2015 - 1027 letture

In questo articolo si parla di emanuele lodolini, politica, roma, ancona, pd, parlamentare

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/amKl