Pusher cede droga a un cliente. A finire nei guai anche un imprenditore falconarese

Arresto 1' di lettura Ancona 08/08/2015 - Arrestato tre volte nel giro di otto mesi. Il tunisino 48enne Khaled Hamazaoui, residente ad Offagna, continuava a spacciare stupefacenti nel capoluogo. Dopo averlo pizzicato il 10 gennaio e il 14 febbraio, il 7 agosto si è presentata una nuova occasione per mettergli le manette ai polsi.

L’uomo, considerato ormai uno spacciatore compulsivo, era stato notato in Corso Carlo Alberto dai poliziotti della Sezione Narcotici della Squadra Mobile di Ancona. È bastata mezz’ora di appostamento per vederlo prima confabulare al telefono e poi avvicinarsi ad un auto di grossa cilindrata. Alla consegna di alcuni piccoli involucri all’autista, gli agenti sono subito intervenuti.

Dopo aver bloccato venditore e acquirente, dalla perquisizione hanno sequestrato tre dosi di cocaina per circa tre grammi al compratore, che è risultato essere un imprenditore del settore nautico 47enne di Falconara Marittima, e duecentoquaranta euro (il pagamento) allo spacciatore. Sono stati entrambi portati in Questura e l’imprenditore è stato segnalato come assuntore alla Prefettura. Il tunisino è invece incorso in un processo per direttissima sabato mattina davanti al giudice del Tribunale dott.ssa Grassi, che lo ha condannato a otto mesi di arresti domiciliari presso la sua abitazione di Offagna.


di Enrico Fede
redazione@vivereancona.it

 





Questo è un articolo pubblicato il 08-08-2015 alle 13:38 sul giornale del 10 agosto 2015 - 1717 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ancona, falconara marittima, arresto, articolo, Enrico Fede

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/amZ4


Graziano. Rosponi

10 agosto, 19:00
E al solito sarà rilasciato. Ma possibile che non sia possibile espellere questi soggetti e rmandarli al loro Paese?




logoEV