Stazione marittima, una petizione per salvarla. M5S: "Una pletora di sciocchi convinti sia un errore"

stazione marittima di Ancona 1' di lettura Ancona 21/08/2015 - Con il solito stile la Sindaco annuncia che "chiuderà" la Stazione Marittima perché non ce n'è bisogno; il collegamento ferroviario esistente tra stazione e Porto sarebbe infatti inutile e sciocco chi pensa il contrario.

Per ora, tra questi "sciocchi", per citarne solo alcuni, annoveriamo l'ing. Bianchi Dirigente FS di grande prestigio che, anconetano, vive a Trieste, l'ex assessore regionale ai trasporti Paolo Pasquini, i pendolari e tutti i firmatari della petizione on line per "salvare" il collegamento. Insomma una pletora di sciocchi convinti che sia un errore la soppressione dalla stazione Marittima. Dal canto nostro cerchiamo di capire, se c'è, quale sia l'alternativa pensata da Sindaco e sodali, ovvero quale il progetto sulla mobilità futura da e per il Porto dorico ma, ad oggi, dall'Amministrazione anconetana, nulla è pervenuto. Gruppo Consiliare M5S Ancona






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-08-2015 alle 17:19 sul giornale del 22 agosto 2015 - 1067 letture

In questo articolo si parla di politica, ancona, stazione marittima, MoVimento 5 Stelle Ancona, stazione marittima di Ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anmY