contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Lodolini, approvata in Parlamento la riforma della Protezione Civile

2' di lettura
993

Emanuele Lodolini

Approvato stamani alla Camera dei Deputati il testo unificato della Legge Delega per il riordino delle disposizioni in materia di Protezione Civile. Il testo raccoglie altre proposte di Legge assieme quella di cui sono firmatario, che ha come prima firma On. Braga.

Il nostro sistema della Protezione civile è un’eccellenza ma c’è bisogno di garantire tutti gli strumenti utili alla gestione delle emergenze ma anche alla prevenzione e al ripristino delle normali condizioni di vita nei territori colpiti. Obiettivo principale della riforma: coniugare semplificazione e sempre maggiore efficacia a tutela della sicurezza dei cittadini e dei loro beni primari, ricercando coerenza tra strumenti nazionali e regionali, valorizzando allo stesso tempo l’apporto del volontariato organizzato e del sistema pubblico di Protezione Civile. Prevenzione, certezza della ricostruzione e dei tempi di intervento del sistema pubblico dunque. Si prevede inoltre una durata limitata e certa nel tempo di gestione del post emergenza, un sistema organizzativo policentrico che implementa una migliore definizione dei livelli di coordinamento intermedi e rafforza la partecipazione dei cittadini, organizzati nel volontariato, nella costruzione di una vera e diffusa “cultura della prevenzione” con finalità di pianificazione, conoscenza ed esercitazione contro le emergenze.

Appare infatti sempre più necessario investire energie e risorse per rafforzare la cultura della previsione, della prevenzione e della mitigazione del rischio, una maggiore consapevolezza nei cittadini e di tutti gli attori che hanno un ruolo e una responsabilità nella risposta all'emergenza. C’è poi ugualmente bisogno di affrontare con maggiore efficacia ed omogeneità territoriale la gestione delle catastrofi e di rendere più incisive le misure necessarie a ripristinare condizioni di sicurezza nell'immediato e la progressiva ripresa delle normali condizioni di vita nelle aree colpite. Il Governo Renzi ha avviato un programma di messa in sicurezza del territorio prevedendo 9 miliardi di euro di investimenti nei prossimi 7 anni e ha già sbloccato oltre 2 miliardi di risorse non spese, nel promuovere la strada della prevenzione superando la logica delle emergenze a tutela dell’ambiente e a favore di settori chiave per l'attività sociale, culturale e economica del Paese.



Emanuele Lodolini

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-09-2015 alle 19:24 sul giornale del 24 settembre 2015 - 993 letture