contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CULTURA
articolo

Notte Europea della Ricerca, venerdì per portare la cittadinanza dietro le quinte della scienza

4' di lettura
1212

La notte di venerdì anconetano è “Sharper”. Torna la Notte Europea della Ricerca, alla sua seconda edizione. Un evento cofinanziato dalla Commissione Europea, coordinato da Psiquadro e organizzato dall’Università Politecnica delle Marche ad Ancona e contemporaneamente dall’Università degli Studi di Perugia nel capoluogo umbro e dai Laboratori Nazionali del Gran Sasso a L’Aquila.

È il Rettore dell’Univpm Sauro Longhi a fare una carrellata delle novità del 2015 e a presentare tutti i partner che hanno reso possibile la realizzazione dei singoli eventi. “Quest’anno – afferma - non sarà una semplice chiacchierata. La cittadinanza si potrà avvicinare al mondo della ricerca attraverso tante novità, dalla presenza della polizia scientifica e del Crime Bus alla possibilità di visitare la nave oceanografica”. L’Assessore Marasca spiega che “è importante far conoscere alla cittadinanza ciò che è dietro le quinte rispetto agli oggetti che utilizza quotidianamente. Per questo il Comune si è impegnato a consegnare gli spazi necessari all’evento. Non bisogna fermare il motore della ricerca”. Il contributo arriva anche dalla Regione Marche e l’Assessore all’Istruzione Loretta Bravi non può che mostrare tutta la sua felicità per una simile iniziativa: “Sulla formazione entrano pochissimi fondi, per questo dobbiamo investire in conoscenza. Dobbiamo arrivare a creare un DNA europeo”.

I blocchi di partenza sono al porto, dove i fortunati che sono riusciti a prenotare – l’iniziativa ha fatto registrare il sold out in due giorni – potranno salire a bordo della nave oceanografica “G. Dallaporta” attraccata alla banchina 17. Chi non ci fosse invece riuscito, potrà salire a bordo del “Crime Bus”, un vecchio autobus di Conerobus su cui verrà allestita la scena di un omicidio. La polizia scientifica metterà a disposizione tutte le sue attrezzature per risolvere il caso e i curiosi potranno mettere a disposizione il loro ingegno per aiutarla. Massimiliano Olivieri, vicequestore e dirigente del gabinetto interregionale di polizia scientifica Marche-Abruzzo spiega che si tratta di un modo “per far conoscere meglio la nostra realtà rispetto a ciò che la gente è portata a pensare. Partecipiamo in quanto la ricerca è la base del nostro mestiere”. Dalla collaborazione con l’Univpm deriva la scelta del mezzo Conerobus. La sua delegata Alda Bevilacqua sostiene di essere “molto vicini agli studenti. L’utilità è il nostro mestiere”. L’apostrofa Longhi: “Abbiamo stipulato una convenzione con Conerobus. Paghiamo l’azienda per far sì che il costo dell’abbonamento annuale venga ridotto”.

Un’ultima collaborazione che la Politecnica desidera portare avanti è quella con Musicultura, che per quest’anno ha scelto come interprete della serata di piazza del papa Paola Turci, considerata ricercatrice di testi in quanto cantautrice. I veri protagonisti sembrano essere però gli studenti della fiera Preside dell’Itis Volterra Elia di Torrette, Patrizia Cuppini, che avranno un loro stand in Corso Garibaldi per presentare il loro gioiello. Si tratta di un bidone-robot in grado di riconoscere il tipo di spazzatura che viene introdotto al suo interno e spostare materiali errati nel giusto comparto. Le parole della Dirigente Scolastica: “Crediamo molto nella ricerca e non presenteremo solo questo progetto, unico in Italia, ma anche altre realizzazioni dei ragazzi. La passione deve essere la molla per ogni mestiere”.

Gli eventi che propone propriamente la Politecnica:

- Lectio magistralis presso l’aula del Rettorato del dott. Cinti sulla sua scoperta dell’irsinia, l’ormone in grado di combattere diabete, osteoporosi e obesità;

- Lettura teatrale della storia della scoperta del DNA all’Informagiovani di piazza Roma;

- Speker’s Corner in cui otto ricercatori dialogheranno su argomenti di interesse comune;

- Allestimento di un Campo Antartico;

- Presenza della macchina della Formula SAE realizzata dagli studenti di Meccanica.

La notte decollerà in piazza del Papa con:

- Famelab, il reality della ricerca: storie di scienza raccontate in tre minuti;

- Video-Mapping di “Ancona.. La città Proiettata” per la prima volta sulla facciata di San Domenico;

- Concerto di Paola Turci.

La conclusione sarà affidata a partire dalle 23.15 a Radio Arancia che proporrà la Silent Disco, in cui si ballerà in silenzio con la musica sparata in cuffia.





Questo è un articolo pubblicato il 24-09-2015 alle 16:38 sul giornale del 25 settembre 2015 - 1212 letture