contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
comunicato stampa

Italia Nostra, la soluzione alternativa alla Stazione Marittima è ancora inadeguata

2' di lettura
1075

stazione marittima di Ancona

Su invito dei capigruppo di maggioranza in Consiglio Comunale, i rappresentanti di Italia Nostra e Vista Mare (Sebastiani, Nardella, Pasquini e Morico) hanno incontrato i consiglieri comunali Pistelli (PD), Polenta (Verdi), Sanna (UDC), Vichi (Scelta Civica) per ribadire l’opposizione propria e di altri 18 soggetti, tra associazioni e partiti, alla chiusura della Stazione Marittima di Ancona, una decisione improvvisa ed improvvida.

Le associazioni hanno illustrato il progetto di mobilità sostenibile che è sotteso alla metropolitana di superficie che ha come fulcro essenziale la stazione marittima e si è ricordato che, per il progetto, si è già sopportata una spesa di oltre quattro milioni di euro di cui qualcuno dovrà rispondere alla Corte dei Conti se oggi, senza giustificato motivo di interesse pubblico, si rinuncia alla realizzazione finale del progetto. Le associazioni hanno contestato la assenza, da parte del Comune di Ancona, di un qualsiasi progetto alternativo di mobilità sostenibile che sia almeno paragonabile a quello per cui sono stati spesi i soldi di tutti i cittadini.

Riaffermando la opportunità di mantenere la Stazione Marittima senza contrapporre le esigenze degli operatori portuali alle necessità dei pendolari e dei cittadini che utilizzano il treno. Il confronto è stato utile per informare i capi gruppo presenti di alcune problematiche tecniche e sottolineare come sarebbe stato utile l’incontro in commissione, che non si è voluto fare, per permettere a tutti i consiglieri di essere correttamente informati da tecnici ed esperti sulla reale situazione. Nel ringraziare i capi gruppo di maggioranza per avere voluto comunque sentire le motivazioni delle associazioni contrarie alla chiusura della Stazione Marittima, gli stessi sono stati invitati ad attivarsi immediatamente per impedire la chiusura della Stazione marittima che tra qualche giorno potrebbe diventare irreversibile, anche per loro responsabilità politica



stazione marittima di Ancona

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-10-2015 alle 15:20 sul giornale del 09 ottobre 2015 - 1075 letture