contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
comunicato stampa

Derbent chiede il gemellaggio con Ancona

2' di lettura
941

E’ giunta al Consolato Onorario della Federazione Russa di Ancona, da parte dell’Agenzia Federale per gli Affari della CSI e per la Cooperazione Umanitaria Internazionale (Russotrudnicestvo) del Ministero degli Esteri, richiesta del Sindaco della città russa di Derbent dott. A. Raghimov di gemellarsi con Ancona.

Derbent è la seconda città della Repubblica Autonoma del Daghestan, nella Russia meridionale, nonché capoluogo della Provincia di Derbenteskij. E’ una delle più importanti città della Ciscaucasia, una delle più antiche del mondo, la più antica dell’intera Russia. Le sue origini risalgono al tardo periodo preistorico del bronzo (cinquemila anni a.C.). Notizie storiche parlano del suo fiorente porto sul mar Caspio sin dal VI secolo prima di Cristo. Dispone di una imponente fortezza che è sito protetto dell’UNESCO. Ospita la casa di Pietro il Grande, trasformata oggi in un articolato e ricco complesso museale. La città caucasica ha una popolazione di 119.647 abitanti (censimento del 2012) dedita sia all’attività di pesca che di un considerevole apparato industriale , soprattutto nel settore meccanico e tessile, oltre che agricolo. Si contraddistingue per una secolare pacifica convivenza di etnie e religioni, ospitando una delle più antiche moschee del mondo (fondata oltre 700 anni fa), non distante da una chiesa cattolica del secolo scorso, da una sinagoga ebraica e da una chiesa ortodossa. Il Consolato di Ancona ha subito trasmesso la richiesta al Sindaco avv. Valeriana Mancinelli per conoscere il parere dell’amministrazione del capoluogo marchigiano.

Si ricorda che già altri due gemellaggi esistono tra città delle Marche e città russe: Osimo con Dmitrov (città a 65 Km a nord di Mosca) e Loreto (La nuova Nazareth) con Istra (La nuova Gerusalemme), a 60 Km ad ovest della capitale della Federazione.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-10-2015 alle 14:48 sul giornale del 31 ottobre 2015 - 941 letture