Ladro d'auto in manette dopo un inseguimento tra Posatora e il Piano

2' di lettura Ancona 18/11/2015 - Inseguimento a folle velocità nella notte tra Posatora e il Piano. Un uomo incappucciato a bordo di una Volkswagen Golf stava uscendo da un passo carrabile nei pressi di una delle villette di via del Fornetto quando ha visto passare una Volante.

Pensando che la Polizia stesse cercando proprio lui, verso le 4.30 del mattino, si è lanciato in una fuga a oltre 100 km/h lungo via Ascoli Piceno, "rischiando anche - racconta Franco Pechini - di investire un passante". Ha poi provato nascondersi inerpicandosi tra i sensi unici del Piano, fino ad abbandonare l’auto in via Fabriano per proseguire a piedi, convinto di riuscire a farla franca nascondendosi dietro ad un cespuglio in via Sassoferrato. Non aveva fatto però i conti con gli onesti cittadini. Un uomo che stava portando a spasso il cane e una donna affacciata sul suo balcone, infatti, lo avevano visto bene e non hanno esitato a fornire agli agenti le indicazioni per andare a ripescarlo. Una volta raggiunto ha ingaggiato una lotta contro i poliziotti che sono stati costretti ad immobilizzarlo.

Mentre gli veniva quindi formalizzato l’arresto per violenza a Pubblico Ufficiale, dall’identificazione il 44enne serbo e senza fissa dimora D.R. è risultato essere un pluripregiudicato ben noto alle forze dell’ordine per furti d’auto e in appartamento. Il questore Capocasa suppone che si trovasse lì “per controllare la zona e commettere altri reati”. L’auto, che è stata sequestrata, è risultata essere stata rubata nella notte stessa a Fano. D.R. aveva provveduto subito a sostituire cruscotto, centralina e chiavi (in foto), ma non ancora il telaio. Il veicolo era quindi quasi pronto per il riciclaggio. E proprio di ricettazione - reato per il quale aveva già scontato una permanenza preventiva in carcere - è ora accusato il serbo, sospettato anche dal questore di essere “a capo di un’associazione a delinquere specializzata in furti d’auto e in casa. Un intervento mirabile delle Volanti dunque che hanno dimostrato ancora una volta l’utilità del controllo del territorio. E un ringraziamento anche al senso di giustizia dei cittadini che hanno collaborato con noi”.


di Enrico Fede
redazione@vivereancona.it

 







Questo è un articolo pubblicato il 18-11-2015 alle 14:18 sul giornale del 19 novembre 2015 - 1219 letture

In questo articolo si parla di cronaca, inseguimento, articolo, Enrico Fede, ladro d'auto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqAu





logoEV