"No fences no borders" a Posatora contro l'arresto di Alessio Abram

1' di lettura Ancona 18/11/2015 - Venerdì 20 alle 18.30 il Centro Sociale “Asilo Politico”, organizza presso il ristorante Forte dei pirati, a Posatora, l’iniziativa “No fences, no borders”. Si tratta di un incontro che vedrà protagonisti i rappresentanti delle associazioni che in questi mesi sono stati a fianco dei profughi a Ventimiglia, al confine con la Francia, e creato il presidio permanente in sostegno alla lotta dei migranti, per il diritto all’asilo e all’accoglienza.

Saranno anche proiettati filmati che documenteranno la grave situazione e le violenze nei confronti dei profughi. L’iniziativa già programmata da alcune settimane acquista però un significato particolare visto che si terrà ad una settimana dall’assurdo arresto di Alessio Abram. Alessio, come è noto, ha fatto proprio dell’impegno contro il razzismo e per l’inclusione dei migranti una ragione di vita.

Per cui l’incontro di venerdì sarà la prima manifestazione pubblica in suo sostegno e per richiederne l’immediata scarcerazione. Un prologo locale, che farà da battistrada alla manifestazione nazionale, in corso di definizione, che si terrà a dicembre nel capoluogo regionale e di cui daremo notizia quanto prima.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-11-2015 alle 16:23 sul giornale del 19 novembre 2015 - 2341 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ancona, sergio sinigaglia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqAT