Scelta civica per Ancona abbandona la scena politica

'Scelta civica per Ancona' presenta la lista dei candidati 3' di lettura Ancona 19/11/2015 - Scelta civica per Ancona esce dalla maggioranza e si scioglie. Breve crono-storia: La città di Ancona ed i suoi cittadini, tra il 2009 ed il 2013, hanno subito ed affrontato, con grande maturità, la più brutta crisi politico istituzionale in termini di rappresentanza e di rappresentatività.

La maggiore forza politica di riferimento, il PD, ha dovuto assorbire il colpo di due legislature interrotte prima della loro scadenza naturale. In Italia si iniziavano ad intravvedere i primi segnali di una crisi economica internazionale profonda e duratura, con l’incapacità politica ad affrontarla e gestirla da parte del centro-destra berlusconiano ed una sinistra debole, frammentata, impreparata culturalmente e programmaticamente. Gli effetti, della crisi, per il blocco sociale berlusconiano (tenuto insieme dalla figura del suo leader ed apparentemente monolitico) sono stati dirompenti, hanno iniziato lentamente ad incrinarlo, a frantumarlo. Il governo Monti (di unità nazionale con garante il Presidente della Repubblica) nasce per evitare il default e per accompagnare il Paese alle elezioni politiche.

Nel frattempo la società civile tramite l’associazionismo ed il civismo ha svolto un ruolo importante e fondamentale, abbiamo assistito e contribuito localmente al formarsi di soggettività quali, ad esempio, Italia Futura e poi alla nascita di Scelta Civica per Monti. Quella fase fu un passaggio breve, paragonabile al passaggio di una cometa, tant’è che oggi quella formazione si è praticamente estinta, ne rimangono frammenti minuscoli e puramente simbolici. Le elezioni comunali del 26 e 27 Maggio del 2013 ad Ancona videro la presenza della lista Scelta civica per Ancona (unica esperienza nelle Marche) e totalmente funzionale a legittimare una alleanza con l’allora centro sinistra (PD – Ancona 2020 – UDC – Verdi ) che candidava a Sindaco Valeria Mancinelli. Scelta civica per Ancona nacque come cartello elettorale anconetano e grazie all’iniziativa di persone provenienti da esperienze anche diverse tra di loro (professionale, associative o politiche), ma volenterose d’impegnarsi per la propria città. Politicamente Scelta civica per Ancona ha deciso di sciogliersi e di non aderire più alla attuale maggioranza retta dal Sindaco Mancinelli. Quella esperienza tutta anconetana si è conclusa ed esaurita quasi subito in quanto sono stati traditi gli impegni programmatici sottoscritti dalle forze politiche e dal Sindaco. Nel Gennaio del 2014 (a pochi mesi dalle elezioni) in un nostro comunicato scrivemmo: …

”Scelta Civica per Ancona nei prossimi giorni farà una verifica al proprio interno per stilare un bilancio utile alla decisione di restare o meno all’interno di questa “finta maggioranza”…. Nel frattempo è mutato lo scenario politico e soprattutto, prendiamo atto, che le nostre idee e le nostre proposte non sono mai state rappresentate da nessuno a tutti i livelli. Il consigliere comunale eletto per mezzo della nostra lista ha tradito lo spirito e le ragioni di gruppo usando l’ipocrita arte dell’infingimento. Pensiamo sia eticamente scorretto per chiunque rappresentare partiti o soggetti che non hanno avuto la forza e la capacità di passare al vaglio elettorale. Trasparenza, etica e coerenza sono e saranno sempre, per noi, un mix inscindibile .






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-11-2015 alle 19:43 sul giornale del 20 novembre 2015 - 1898 letture

In questo articolo si parla di politica, ancona, candidati, Scelta civica, scelta civica per ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqFz


Un'esperienza che nasce da un premier MONTI non eletto da nessuno ma imposto da uno dei simboli massima della casta politica italiana contro i soliti cittadini inermi viene da ridere che possa dare insegnamenti ad un partito, il PD, nato dalla fusione del peggio della DC e del PCI oltre qualche, non manca mai, trasformista socialista. Troppo grandi per loro i piddini qualcuno si è fatto fondere e qualcuno altro fra un pochino cercare un'altra casa ... per qualcuno l'ennesima.




logoEV