Scherma: nazionale giovani a Salsomaggiore, trionfa Serena Rossini

Serena Rossini 3' di lettura Ancona 21/11/2015 - A Salsomaggiore, dove è  in corso nei giorni 20/21/22 novembre la prima Prova Nazionale Giovani, nella prima giornata di gare, quella riservata al fioretto a salire sul gradino più alto del podio nella  gara riservata alle donne è stata Serena Rossini vice campionessa del mondo cadette 2015 .

Una atleta cresciuta e formatosi nel Club Scherma Ancona sotto la guida della maestra Marina Montelli ma che dalla stagione 2015/16 ha scelto di iscriversi al Club Scherma Jesi ,come hanno fatto altre atlete di interesse nazionale , che vedono la palestra di Jesi  come un importante centro dove poter migliorare la loro preparazione, Un meritato riconoscimento per la serietà e l'impegno di tutto lo staff tecnico guidato dalla responsabile di sala maestra Maria Elena Proietti Mosca. Il concentrarsi di tante eccellenze nella stessa palestra  crea delle sfide interne per  salire sul podio che alimentano quella sana rivalità sportiva che da sempre ha contraddistinto l'attività di sala portando il Club Scherma Jesi ad essere considerato il più titolato del mondo.

Questa volta a Salsomaggiore abbiamo assistito al primo scontro diretto tra due agguerrite cadette (under 17)che per i risultati conseguiti hanno potuto battersi con gli atleti di categoria superiore (under 20) dimostrando con la loro bravura il rinnovarsi della tradizione.

Infatti oltre alla Rossini vi era anche Elena Tangherlini, bronzo a squadre ai mondiali categoria cadetti, che puntava diritta al podio, un'atleta dai molteplici risultati sia nazionali che internazionali, che non gli hanno impedito di seguire con altrettanta determinazione gli impegni scolastici tanto da essersi aggiudicata il " Premio Studente Atleta  2015" bandito dal Panathlon Club di Jesi.

Lo scontro diretto è avvenuto per accedere nei quarti di finale dove la Tangherlini ha ceduto il passo alla Rossini per una stoccata (8-9) riuscendo ugualmente a schierarsi sul podio dei premiati all'ottavo posto, con la concreta consapevolezza di potersi rifare alla prossima prova. Sicuramente questo sarà il dualismo che vivacizzerà il prossimo futuro del Club Scherma Jesi.

Tra le 88 partecipanti hanno ben figurato anche le altre atlete che difendevano i colori del Club Scherma Jesi che si sono classificate : Lucrezia Cantarini 27°- Martina Manzoli 32- Alessandra Petrignai 33- Rachele Zenobi 44°- Sofia Marcucci 49°.

Nella gara di fioretto maschile , dove sono scesi in pedana ben 138 tiratori, il Club Scherma Jesi era rappresentato da sei schermitori tra i quali  Francesco Ingargiola che puntava a mettersi in gioco con atleti di età superiore alla sua. Superati brillantemente i turni eliminatori , nel tabellone a trentadue tiratori infliggeva un netto 15/1 al comasco Tommaso Silvestri.

Nei sedici si è visto contrapporre il mestrino Alvaro Del Santo che  dopo un incontro combattuto stoccata contro stoccata è riuscito ad aggiudicarsi il passaggio alle semifinali.

Successivamente Del Santo approdava in finale dove veniva sconfitto dal pisano Tommaso Cinti che si aggiudicava la prova per 15/12.

Francesco Ingargiola  pur non riuscendo a salire sul podio, tra gli otto finalisti premiati, ha conquistato un apprezzabile decimo posto visto che la sua preparazione è finalizzata a raggiungere la forma migliore per la disputa dei campionati assoluti.

Subito dopo al 12° posto troviamo Tommaso Marini mentre gli altri atleti del Club Scherma Jesi,  alcuni dei quali penalizzati dagli incontri diretti  tra compagni di sala  si sono classificati: Enrico Pilli 53°,Cesare Gaggiotti 54°,Matteo Bartozzi 75° ,Andrea Falappa 94°.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-11-2015 alle 22:00 sul giornale del 23 novembre 2015 - 1238 letture

In questo articolo si parla di sport, Club Scherma Jesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqJX





logoEV