Sanna (UDC): "Elezione presidente del Consiglio Comunale, la metodologia non ci ha convinto"

Tommaso Sanna 1' di lettura Ancona 18/01/2016 - "Il mio partito, l'Unione di Centro, ed io che lo rappresento in Consiglio Comunale di Ancona, auspicavamo che la vicenda della Presidenza concludesse con un nulla di fatto, ovvero la riconferma di Marcello Milani alla guida dell'aula, dopo aver rispedito al mittente la mozione di sfiducia delle minoranze il 21 dicembre scorso".

"L'operato di Milani, criticabile, contestabile per alcuni, ma a nostro avviso finchè rimasto in carica, ha svolto la sua funzione istituzionale da Presidente con attenzione e abnegazione attenendosi scrupolosamente alla normativa prevista dal regolamento del Consiglio.

La metodologia con cui si è arrivati ad una conclusione per la Presidenza, non ci ha convinto fino in fondo, indipendentemente dal nominativo che è uscito dall'urna, Simone Pelosi del Partito Democratico e non ci trova totalmente concordi perché si è adoperata una vecchia logica partitica imperniata da una imposizione che non abbiamo mai condiviso; avremmo preferito, come già, detto, che tutto fosse rimasto tale.

Purtuttavia, l'Unione di Centro, ribadisce, con lealtà, la fiducia a questa amministrazione e a questa coalizione di governo che resta immutata e validamente ancorata al programma che ci si è prefissati all'inizio della Consigliatura. L'Unione di Centro, pur ingoiando un grosso rospo, ha votato favorevolmente per il neopresidente del Consiglio".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-01-2016 alle 19:51 sul giornale del 19 gennaio 2016 - 653 letture

In questo articolo si parla di udc, politica, consiglio comunale ancona, elezione presidente, Tommaso Sanna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/asEp