contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Berardinelli (FI): "Anomalie bando selezione personale Multiservizi, annullati atti Commissione Valutatrice"

2' di lettura
1085

Daniele Berardinelli|

La notizia apparsa oggi sul sito di Multiservizi da una parte mi riempie di orgoglio e di soddisfazione per aver svolto per l’ennesima volta con scrupolo, attenzione e serietà il mio ruolo di Consigliere comunale di minoranza, deputato al controllo della correttezza degli atti nel nostro Comune e punto di riferimento per tutti i cittadini che non accettano ingiustizie e vessazioni, ma d’altro canto mi riempie di tristezza per la conferma di una gestione della “cosa pubblica” che in altre Regioni potrebbe immediatamente far pensare ad aggettivi diversi a seconda della regione, dalla Sicilia alla Calabria, dalla Campania alla Puglia, in cui ci si trova.

Dopo aver ricevuto una segnalazione per possibili anomalie nella gestione di un Avviso di selezione personale pubblicato da Multiservizi il 9 novembre scorso per la ricerca di due laureati in Giurisprudenza da inserire presso l'area Segreteria Legale e Servizi clienti, valutate le sacrosante proteste, ho provveduto come consigliere comunale ad effettuare immediatamente un Accesso agli atti richiedendo tutta la documentazione necessaria per valutare la correttezza del lavoro della Commissione Valutatrice delle candidature.

Ebbene, dopo una quindicina di giorni dalla richiesta, oggi è apparso sul sito di Multiservizi un Comunicato in cui si comunica che per l’Avviso di selezione in oggetto è stato “disposto l’annullamento di tutti gli Atti della Commissione Valutatrice riguardanti la valutazione delle candidature relative alla selezione”.
In particolare sono stati annullati i seguenti Atti: “ ammissioni/esclusioni, definizione criteri di valutazione, definizione dei candidati ammessi a colloquio sulla base dell’applicazione dei criteri di valutazione, valutazione dei colloqui già esperiti”.

Le candidature resteranno comunque valide e saranno oggetto di nuova valutazione di una nuova Commissione Valutatrice che sarà nominata. Approfitto di un episodio come questo per appellarmi al grido d’allarme lanciato all’inaugurazione dell’Anno Giudiziario quando si è segnalato che l’attenzione dell’opinione pubblica e degli organi istituzionali e politici in alcuni casi non è stata all’altezza. Bene, bisogna che tutte le Istituzioni e non solo, dal nuovo Prefetto al Questore, che sta ben operando per prevenire la criminalità, dalle Forze del’Ordine alla Magistratura stessa e alla Stampa, ora pongano la gestione della cosa pubblica sotto una lente d’ingrandimento, perché i motivi di allarme sono oramai troppi, anche se per fortuna la nostra Comunità è per la maggior parte sana e onest



Daniele Berardinelli|

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-02-2016 alle 19:57 sul giornale del 09 febbraio 2016 - 1085 letture