Falconara: la Giornata europea dei Giusti alle Ferraris con Wilma Marcheggiani

02/04/2016 - Si è svolta nei giorni scorsi alla scuola secondaria di 1° grado “G. Ferraris” di Falconara la celebrazione della Giornata europea dei GIUSTI fra le Nazioni per ricordare tutti coloro che si sono opposti, con responsabilità individuale, ai crimini contro l’umanità e ai totalitarismi.

In un crescendo di emozioni, sulle note della colonna sonora del film Schindler's List le classi terze della scuola media dell’I.C. “G. Ferraris” di Falconara hanno celebrato la GIORNATA dei GIUSTI 2016, alla presenza della figlia Wilma di IVO MARCHEGGIANI, dichiarato “Giusto tra le nazioni” nel 2012, e dell’esperta di storia e cultura ebraica Maria Luisa Moscati di Urbino. La cerimonia è iniziata nell’atrio della scuola secondaria di 1° grado con il saluto della Dirigente Scolastica Prof.ssa Maria Ambrogini, che ha ricordato la data del 10 maggio 2012, quando il parlamento europeo ha proclamato la giornata europea dei Giusti. La Preside ha precisato che dal 2012 sono sorti in diverse città italiane molti giardini dei Giusti e, anche l’Istituto “G. Ferraris”, nel 2014, ha inserito nell’atrio della scuola secondaria un Albero dei Giusti che, oltre ad “avere una gradevolezza estetica, ha un forte valore simbolico in quanto le foglie di rame di questo albero sono un ricordo tangibile perché gli alunni hanno inciso, in ognuna di esse, il nome di un Giusto ed una frase emblematica. I Giusti hanno espresso, con le loro azioni, un messaggio di pace e tolleranza tra i popoli oggi più che mai attuale - sottolinea la Dirigente Scolastica, oggi più che mai è importante veicolare nelle giovani generazioni il messaggio dei Giusti fra le Nazioni. Tutti noi educatori dobbiamo impegnarci a trasmettere questo concetto di etica della responsabilità individuale con l’esempio, la testimonianza, con il coraggio delle scelte quotidiane, con la coerenza, perché solo in questo modo saremo credibili e lasceremo oltre i contenuti un’ impronta, una traccia, un segno”.

La cerimonia è proseguita con la posa di pietre sopra uno striscione azzurro, che rappresenta il mare; i vari gruppi di alunni delle terze hanno composto con le pietre la frase “CHI SALVA UNA VITA SALVA IL MONDO INTERO” di Talmud, il grande libro sacro dell'Ebraismo, ricordando che, secondo la tradizione ebraica, nella pietra c'è il senso della continuità delle generazioni, della trasmissione della tradizione, da padre in figlio, del perdurare della tradizione oltre la morte. La cerimonia scandita da una naturale e sentita commozione, si è conclusa in Aula Magna dove, attraverso testimonianze, frammenti di ricordi di infanzia e documenti privati, la Sig.ra Marcheggiani e la storica Moscati hanno ricostruito i dettagli della storia di protezione e salvataggio attivata da Ivo Marcheggiani e dalla famiglia Lobati di Urbino nei confronti dell’intera famiglia ebrea dei Saul. Le classi terze hanno presentato tramite power point ricerche svolte in vista della celebrazione ed hanno apprezzato il fatto che le testimonianze hanno privilegiato gli aspetti legati alla vita quotidiana, spesso trascurata dalle descrizioni storiche.

La Dirigente Scolastica ringrazia per l’accurata organizzazione del significativo evento la Vicepreside Prof.ssa Mariadina Bondielli, le Prof.sse Teresa Ghergut, Nicoletta Rossi, Daniela Buoncompagni, Lanari Alessia, Marisa Barontini, il Prof. Francesco Paolini e tutti gli alunni delle classi terze.


da Maria Ambrogini
I.C. “G. Ferraris” - dirigente scolastico







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-04-2016 alle 15:02 sul giornale del 04 aprile 2016 - 2097 letture

In questo articolo si parla di attualità, falconara marittima, maria ambrogini, i.c. "G. Ferraris"

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/avrn