contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Riasfaltatura del Viale, per Berardinelli l'amministrazione comunale "ha scelto di fare le cose a metà"

2' di lettura
2640

Finalmente, con il solito ritardo con cui questa Amministrazione porta avanti i progetti, verso la fine del mese il Viale della Vittoria sarà riasfaltato! Purtroppo per gli anconetani ci sono dei problemi. La notizia sarebbe buona, se non fosse che ancora una volta l’Amministrazione comunale, ha scelto di fare le cose a metà.

Abbiamo infatti approfondito il progetto e abbiamo scoperto che a fronte di 1 milione e mezzo di euro che i tecnici avevano stimato necessari per il lavoro, sono stati stanziati soldi solo per poco più della metà, oltre al risparmio del ribasso d’asta. Cosa significa questo? Che i lavori in profondità, assolutamente necessari per tutto il Viale, sino a 70 cm di profondità, saranno effettuati solo in piccolissimi tratti, altri avranno uno scavo di 40 cm e, lo sappiamo sembra incredibile, nella parte più devastata dalle ultime piogge, quella dall’incrocio con Corso Amendola (Via Bianchi) verso il Monumento del Passetto dove anche la autoambulanze si rifiutano di passare, in entrambi i sensi di marcia, vedrà effettuato un lavoro più leggero che prevede la semplice fresatura del materiale ammalorato e la posa in opera del tappetino di usura. Lo stesso avverrà dove è permessa la sosta, zone dove è prevista la sola fresatura per soli 4 cm. Più che una fresatura, prevediamo una fregatura, visto l’alto rischio che dopo poco tempo il lavoro fatto in questa parte del Viale possa essere inutile, esattamente come sta succedendo in Via Rodi, dove a pochi mesi dai lunghi lavori di riasfaltatura i danni sono già enormi. Potrebbero essere soldi buttati.

Lo vogliamo chiarire ora, perché non vorremmo che poi il Sindaco carichi le colpe di un lavoro fatto male sui tecnici comunali, come sta avvenendo per i danni alla scalinata del Passetto dove prima i politici hanno tagliato il budget per i lavori di manutenzione e poi hanno cercato di dare le colpe ai tecnici. Essendo la maggior parte dei lavori finanziati con un mutuo e non con entrate proprie, è evidente che andava seguita l’indicazione dei tecnici progettisti e, per la strada più importante della città che aspettava da anni un intervento profondo, andava fatto un lavoro a regola d’arte completo e non parziale. Potrebbero essere in quelle parti del Viale soldi buttati. Ci auguriamo infine che sia stata convocata una sorta di “conferenza di servizi” con tutte le aziende, pubbliche e private, interessate ai sottoservizi, per pianificare un intervento ora, dato che sarebbe un delitto intervenire dopo i lavori, rispaccando il manto stradale per cavi, tubature, fibre ecc... Ad oggi non ne abbiamo avuto notizia, ma siamo fiduciosi.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-06-2016 alle 17:25 sul giornale del 10 giugno 2016 - 2640 letture