contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Giornata Mondiale del Rifugiato, celebrazioni alla Mole e in piazza Roma

7' di lettura
1281

Il 20 giugno si celebra in tutto il mondo la “Giornata del Rifugiato”, istituita nel 2000 come occasione per ricordare la condizione di milioni di persone- 60 milioni per la precisione- in tutti i continenti costrette a fuggire dai loro Paesi e dalle loro case a causa di persecuzioni, torture, violazioni di diritti umani, conflitti. ​

In Italia è attivo dal 2001 il Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati (SPRAR) che è composto dalla rete degli enti locali i quali, con il prezioso contributo delle realtà del terzo settore, realizzano interventi di accoglienza per quanti arrivano sul territorio italiano in cerca di protezione internazionale (per approfondire: www.sprar.it). Ad Ancona – lo ha spiegato oggi l'assessore alle Politiche sociali Emma Capogrossi- il progetto territoriale di accoglienza è attivo dal 2003 ed è realizzato dal Comune di Ancona, insieme all'Associazione “ANOLF Marche”- rappresentato alla conferenza stampa da Nelj Isai- con il nome “Ancona Città d'Asilo” rivolto sia ad adulti che a minori stranieri non accompagnati richiedenti asilo(MSNA). La Giornata, mondiale, è stato spiegato alla stampa dai referenti delle associazioni e istitutzioni che collaborano alla manifestazione di sabato prossimo in piazza Roma e al Museo Omero (Nie Wiem, GUS, Museo Omero), costituisce una opportunità di sensibilizzazione e informazione su un fenomeno che sempre più interessa il nostro Paese che- come noto- nel 2015 ha assistito a 178.000 sbarchi e -più di recente- ha visto arrivare in Italia in una sola settimana 14.000 persone. “E' necessario -ha spiegato l'assessore a proposito degli arrivi - implementare la prima accoglienza, come richiesto dalle Prefetture attraverso un sistema di piena collaborazione tra enti gestori, enti locali e prefetture. Come coordinatrice dell'ambito migranti presso Anci Marche ho suggerito di accoglierli in piccoli nuclei, coinvolgendo i Comuni finora rimasti fuori, evitando le concentrazioni esclusivamente in alcuni territori che causano un impatto non sostenibile al territorio. Dei 47 Comuni della provincia di Ancona solo 14 hanno infatti dato ospitalità e questi 14 non possono in certi casi farsi carico di nuovi arrivi”. Attualmente sono circa 500 le persone accolte nel territorio di Ancona, parte delle quali fa capo alla accoglienza di “secondo livello”, quella dell'ambito del progetto SPRAR che (come il sistema di prima accoglienza) fa capo al Ministero dell'Interno ed è rivolto a coloro che hanno ottenuto lo status di rifugiato politico. Di seguito i progetti del Comune di Ancona per i rifugiati politici: PROGETTO SPRAR Uomini adulti soli , presentato per il triennio 2014-2016 n. posti letto: 56 suddivisi in 9 appartamenti di cui 6 presi in locazione da privati e 2 di proprietà del Comune concessi in cofinanziamento. Tra i principali servizi offerti dal progetto ci sono l'accoglienza in appartamento per un periodo minimo di 6 mesi, l'iscrizione obbligatoria di tutti i beneficiari ai corsi di italiano organizzati sia dal C.P.I.A. ( Centro Provinciale Istruzione Adulti ), sia ai corsi organizzati direttamente dall'Ente gestore "ANOLF Marche", l' attivazione di tirocini di orientamento e formazione lavorativa presso aziende/ditte della Provincia di Ancona; un contributo alloggio relativo al pagamento della caparra, e/o affitto, e/o del costo dell'agenzia immobiliare. Inoltre, il corso “ABC all'orientamento” (in fase di programmazione per l'anno 2016) che tratta gli argomenti della ricerca del lavoro, dell'alloggio e conoscenza del territorio organizzato dall'Informagiovani al quale tutti i beneficiari sono chiamati a partecipare e lo sportello informativo e di orientamento aperto lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9:00 alle 13:00, il martedì dalle 15:00 alle 17:00 ed il giovedì dalle 10:00 alle 16:00 Progetto SPRAR Minori stranieri non accompagnati richiedenti protezione internazionale" Progetto attivo dal 2008 che mette a disposizione 15 posti per minori. In base all'articolo 403 del cc il minore privo di genitori ritrovato nel Comune di Ancona viene immediatamente collocato in una comunità di pronta accoglienza Essa ospita il minore straniero non accompagnato, per un periodo massimo di 60 giorni, che successivamente viene trasferito in una struttura educative di seconda accoglienza presenti nella Regione Marche fino al compimento della maggiore età. Queste comunità educative ci hanno aiutato ad organizzare la Giornata Mondiale del Rifugiato, ed i minorenni accolti sono gli attori dello spettacolo teatrale che verrà presentato il 18 Giugno alle ore 19:30. I servizi offerti dal progetto Minori sono: Accoglienza, integrazione e tutela attraverso l’inserimento del minorenne in una comunità inizialmente di prima/pronta accoglienza e poi educativa. Le comunità garantiscono: - assistenza e protezione con presa in carico del minore dal momento dell’arrivo fino al compimento della maggiore età , vitto e fornitura di beni di prima necessità, pocket money, spazi per il tempo libero, il gioco e lo studio; la presenza di educatori specializzati, la presenza di mediatori e interpreti qualificati, redazione di un progetto educativo individualizzato: supporto all’inserimento lavorativo attraverso le borse lavoro, supporto nella ricerca di soluzioni abitative poco prima di diventare maggiorenne, l’obbligo scolastico e formativo derivanti dalla riforma scolastica, attività ricreative ed educative, tutela vengono fornite tutte le informazione sulla normativa italiana ed Europea in materia d’asilo,offerto, inoltre, supporto sanitario di base e specialistico, e supporto socio psicologico ​«L’accoglienza di richiedenti asilo e rifugiati nella nostra città è uno strumento per esprimere la nostra solidarietà a quanti sono stati costretti a lasciare il loro Paese» sottolinea Emma Capogrossi, assessore alle Politiche sociali. «Accogliere i migranti forzati ci offre, al tempo stesso, un’opportunità per ribadire la centralità dei diritti umani, nonché un’occasione di sviluppo, arricchimento e crescita per la nostra comunità cittadina". Giornata Mondiale del Rifugiato 2016​ Per celebrare la Giornata del Rifugiato ad Ancona è prevista l'iniziativa “ConVIVIamo – Comunità aperte e solidali per un futuro condiviso - GIORNATA MONDIALE DEL RIFUGIATO” che si svolgerà a Piazza Roma il 18 GIUGNO 2016 dalle ore 17:30 alle ore 23:00. Sarà un appuntamento importante di incontro tra la cittadinanza di Ancona ed i rifugiati che la nostra città accoglie. La giornata sarà così strutturata: tardo pomeriggio (dalle 18:00 in poi ) dedicato a laboratori per bambini ed adolescenti, animazione, attività ludiche, costruzione di strumenti musicali insieme a professionisti presentazione e testimonianze portate alle famiglie e dai ragazzi rifugiati che hanno partecipato al progetto "Protetto – un rifugiato a casa mia " della CARITAS Diocesana in collaborazione con Comune di Ancona ed ANOLF ARTE IN PIAZZA a cura del Museo Tattile Omero: Laboratori e installazione artistica con opere realizzate dai migranti accolti nelle strutture gestite dal Gruppo Umana Solidarietà e nello SPRAR dall'ANOLF. Mostra fotografica a cura del Gruppo Umana Solidarietà ore 19:30 spettacolo teatrale “AULA DI VITA” della regista katia Grossi coordinato dalla comunità educativa per minorenni “Vivere Verde” i cui attori sono i minorenni accolti nelle varie comunità educative nell'ambito del progetto SPRAR Ore 20:00 Proiezione di vari documentari girati dalle comunità dei minorenni e breve documentario girato e prodotto dal laboratori di cinema "Cinemaèreale" al quale hanno partecipato i ragazzi del progetto SPRAR del Comune di Ancona e ANOLF Musiche e danze con il gruppo musicale Folk "Traballo"(a partire dalle 21:30) Presso la Mole Vanvitelliana alle ore 16.30 è prevista l'inaugurazione della mostra "Orizzonti con opere dell'artista Valerio valeri curata dal Museo Tattile Statale Omero ed Installazione audiovideo "(S)confinati" curata dal Gruppo Umana Solidarietà Musiche con il gruppo musicale Tazenda dalle ore 22:30 presso il Lazzabaretto



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-06-2016 alle 15:58 sul giornale del 16 giugno 2016 - 1281 letture