contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Riforma della legge di bilancio, il Bes dovrà essere allegato al Def. Lodolini: "novità molto rilevante"

2' di lettura
1242

Emanuele Lodolini

Con la riforma del legge di bilancio i documenti finanziari del nostro paese non guarderanno più solo al PIL ma a nuovi parametri (il BES) La Camera dei Deputati ha approvato lo scorso 22 giugno una modifica alla legge di bilancio che introduce il Bes, il complesso di indicatori di benessere equo e sostenibile.

La riforma prevede che venga allegato al Def l'indicatore di benessere equo e sostenibile e che entro il 15 febbraio di ogni anno le Camere votino una risoluzione sugli effetti delle politiche sul Bes. «Una novità molto rilevante», commenta Emanuele Lodolini, parlamentare da sempre molto attento al tema dei nuovi indicatori dello sviluppo da affiancare al Pil, «che introduce e riconosce il Bes nel cuore degli strumenti economico-finanziari dello Stato».

I primi a parlarne sono stati l'allora presidente Istat Enrico Giovannini, e Matteo Ricci, all'epoca Presidente Provincia PU. «Tali strumenti», prosegue Lodolini, «sono utili per orientare le politiche pubbliche verso scelte più eque e sostenibili». Questi strumenti rafforzano l'impegno della società civile per porre al centro dell'agenda politica e governativa i temi della sostenibilità ambientale e sociale. La legge prevede che in un apposito allegato al Def (Documento di Economia e Finanza), predisposto dal Ministero dell'Economia e delle Finanze sulla base dei dati forniti dall'Istat, siano riportati l'andamento nell'ultimo triennio degli indicatori di benessere equo e sostenibile selezionati e definiti dal Comitato per gli indicatori di benessere equo e sostenibile istituito presso l'Istat. Nell'allegato dovrà essere presente anche l'evoluzione degli stessi indicatori nel periodo di riferimento anche sulla base delle misure previste per il raggiungimento degli obiettivi di politica economica.

Ogni anno il Ministero dell'economia e delle finanze, sempre sulla base dei dati forniti dall'Istat, presenterà una relazione alle Camere per la trasmissione alle competenti commissioni parlamentari entro il 15 febbraio. Nella relazione sarà evidenziata l'evoluzione dell'andamento degli indicatori di benessere equo e sostenibile sulla base degli effetti determinati dalla legge di bilancio per il triennio in corso



Emanuele Lodolini

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-06-2016 alle 17:03 sul giornale del 24 giugno 2016 - 1242 letture