contatore accessi free

Omicidio Chidi, interviene Lodolini contro il razzismo: "ancora tanto da fare"

Emanuele Lodolini 1' di lettura Ancona 08/07/2016 - "La triste vicenda e il barbaro assassinio per mano di un cittadino italiano di Emmanuel Chidi ci dice che purtroppo in Italia, nelle tranquille Marche, nell'anno 2016 si può morire di razzismo. C'è, dunque, ancora tanto da fare, ogni giorno, contro il razzismo e ogni altra forma di discriminazione. Occorre ribadire in tutti i modi la necessità di uno sviluppo culturale, sociale, ma anche economico, che abbia come principi fondamentali la dichiarazione universale dei diritti dell'uomo e la nostra Costituzione.

Il colpevole di questa vicenda è un ultras, anzi un criminale, che è stato arrestato e si è scoperto che era anche stato sottoposto a Daspo. Le curve di calcio, in quanto luoghi di grandi aggregazioni, diventano spesso pericolosi posti dove si alimenta l'odio e le cosiddette "filosofie" di violenza ingiustificata. Il calcio non ne è responsabile direttamente, ma nel suo interesse e soprattutto nell'interesse del bene comune, è opportuno che attivi strumenti idonei per prevenire e reprimere razzismo e violenza. Investire in impianti sportivi, nella sicurezza e nella qualità dell'organizzazione delle competizioni sportive aiuta a eliminare i violenti dagli spalti e comportamenti inaccettabili".


da On. Emanuele Lodolini
parlamentare Pd





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-07-2016 alle 16:38 sul giornale del 09 luglio 2016 - 738 letture

In questo articolo si parla di emanuele lodolini, politica, roma, ancona, pd

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/ay1v





logoEV
logoEV