contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
comunicato stampa

Bambini prematuri rifiutati dal Salesi e ricoverati fuori regione, preoccupazione di Berardinelli

1' di lettura
3382

salesi

Reparto di Terapia Intensiva Neonatale del Salesi tutto esaurito. Due bambini marchigiani nati prematuri che necessitavano di ricovero non sono stati accettati al Salesi e le famiglie sono state costrette a ricoverare i piccoli a Rimini e a Pescara.

Tutto ciò dovuto, secondo quello che sembra sia stato riportato nella relazione del Primario, alla mancanza di personale infermieristico mentre il Direttore dell’Azienda Ospedaliera parla di mancanza di culle disponibili. Non sappiamo quale sia la giustificazione peggiore per i cittadini anconetani e marchigiani, che in caso di problematiche neonatali gravi sarebbero costretti a ricoverare i neonati fuori regione con evidenti enormi problemi, sia di carattere assistenziale data la alta specializzazione dell’ospedale dorico, sia per le difficoltà di assistenza familiare ai piccoli ricoverati, sia anche dal punto di vista economico, vista la necessità di dover sopportare trasferte continue a così tanta distanza da casa. Basterebbe pensare al dover fornire quotidianamente anche per 30 giorni il latte materno sino a Rimini o Pescara. Purtroppo queste notizie ci fanno venire in mente casi che nelle Marche non eravamo abituati a vivere, se non sentendoli al telegiornale riferiti a regioni che soffrono da anni una elevata incapacità gestionale della sanità e ci auguriamo quindi che casi del genere non vedano mai più protagonista la nostra regione.



salesi

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-07-2016 alle 16:34 sul giornale del 25 luglio 2016 - 3382 letture