contatore accessi free

Chiede denaro e minaccia di sfregiarli con l'acido. Arrestato un 46enne

arresto 2' di lettura Ancona 23/09/2016 - Continue richieste di denaro e minacce di sfregiarli con l'acido. E' così che un 46enne pluripregiudicato, arrestato nei giorni scorsi dalla Squadra Mobile di Ancona, trattava i suoi benefattori.

Era senza una occupazione fissa, ma questo non era un problema per i suoi benefattori. Andare a chiedere aiuto ad una nota associazione di volontariato di Ancona era diventanta una conusetutine ed il personale non mancava mai di aiutarlo garantendogli tutti i giorni un pasto caldo e regalandogli denaro e vestiti. Tuttavia, nonostante la disponibilità e gli aiuti ricevuti, l’uomo aveva da tempo da tempo cominciato a pretendere sempre di più, rivolgendo al responsabile e ai suo collaboratori pressanti richieste di denaro. Da qui le minacce di mettere in atto gravi ripercussioni come l’essere colpito agli occhi dall’acido nel caso di mancato soddisfacimento delle sue pretese.

Minacce dirette e non solo e poi le continue vessazioni fatte verbalmente nella sede dell’associazione. L'uomo, M.P., aveva iniziato a fare pressioni alle sue vittime anche al telefono, inviando innumerevoli messaggi e telefonate intimidatorie. Esasperati dal comportamento del persecutore e dalle continue minacce nonché insulti, il responsabile dell’associazione si rivolgeva alla Questura di Ancona chiedendo aiuto per la paura di gravi ritorsioni.

Dopo le attività investigative delegate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona e svolte capillarmente dai poliziotti della Mobile, Sezione reati contro la persona, il dott. Ruggero Dicuonzo, Pubblico Ministero titolare delle indagini presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Ancona, richiedeva al Giudice per le Indagini Preliminari di Ancona di applicazione di una misura cautelare restrittiva della libertà personale con detenzione in carcere a carico dell’indagato. Il 20 settembre scorso, il GIP di Ancona, Antonella Marrone, emetteva Ordinanza di Custodia Cautela da scontare in carcere a carico dell’indagato a cui davano esecuzione i poliziotti della Squadra Mobile dorica.

E' così che nel pomeriggio di mercoledì, i poliziotti della Squadra Mobile di Ancona, Sezione reati contro la persona, hanno dato esecuzione all'Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere a carico dell'uomo un 46enne di origine pugliese, nonchè pluripregiudicato.






Questo è un articolo pubblicato il 23-09-2016 alle 10:18 sul giornale del 24 settembre 2016 - 1193 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, arresto, vivere ancona, laura rotoloni, manette, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aBvO