contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
articolo

Formula Sae 2017-18, svelata la nuova auto del Polimarche Team Racing all'Univpm

2' di lettura
4175

“Un terzo posto in Ungheria che non è un traguardo ma una partenza. Non eravamo mai arrivati prima sul podio e questa vittoria ha dimostrato che ci stiamo muovendo nella direzione giusta”. Con queste parole il team leader del Polimarche Racing Team, Filippo Mengarelli, ha presentato la nuova vettura che gareggerà nelle competizioni di Formula Sae per l’Univpm. A svelare letteralmente il veicolo è stato però il rettore Sauro Longhi che ha voluto dare anche un suo piccolo contributo: il colore rosso.

Il rosso è il colore che si usa per augurare fortuna e va bene l’ingegneria ma non ci può essere solo quella. A volte anche il fattore fortuna può aver le sua importanza in progetti come questo che potrebbero portare i nostri ingegneri meccanici e in futuro sempre più quelli elettronici e dell’automazione a collaborazioni ben più importanti”. La Formula Sae è una competizione tra studenti universitari organizzata dalla Society of Automotive Engineers che prevede la progettazione e la produzione di un’auto da corsa che sarà poi valutata in base ad una serie di prove basate sulla sua qualità ed efficienza ingegneristica. Quella presentata lunedì pomeriggio nell’aula magna del polo di Monte Dago è la vettura che andrà a competere per il 2017, al quarto anno di progettazione da parte del team. Il preside di Facoltà Dario Amodio ha specificato: “Si tratta di un progetto didattico molto importante, nel quale agli studenti viene data la possibilità di imparare mettendo in pratica le conoscenze ingegneristiche già acquisite, acquisendone di nuove, sviluppando idee e creatività e confrontandosi con colleghi delle università di tutto il mondo in un contesto competitivo e stimolante”. E ha concluso: “Oltre a questo gli studenti imparano a collaborare in un gruppo di lavoro con le caratteristiche di un’azienda industriale, con un organigramma ben definito, con tempi e programmi da rispettare, con l’acquisizione di responsabilità tecniche e con il rigoroso controllo dei costi”. Alla presentazione, oltre ad un nutrito gruppo di studenti delle varie classi di Ingegneria, anche il presidente dell’ATA Enrico Tommasini che ha apportato una breve descrizione delle caratteristiche tecniche della piccola monoposto con tanta tecnologia del futuro.





Questo è un articolo pubblicato il 24-10-2016 alle 17:48 sul giornale del 25 ottobre 2016 - 4175 letture