contatore accessi free

Overdose fatali. Arrestata presunta spacciatrice

2' di lettura Ancona 05/11/2016 - Overdose fatali tra Ancona e Porto Recanati. Arrestata presunta spacciatrice. Nella sua abitazione di Posatora, custoditi nel congelatore in buste di caffè, eroina purissima e denaro.

La Polizia di Stato di Ancona prosegue la lotta allo spaccio di droga, anche alla luce delle recenti overdose registratesi in città e in provincia. Gli investigatori della Squadra Mobile, anche su delega della Procura della Repubblica di Ancona, sono alla ricerca degli spacciatori di eroina che, o perché tagliata male o all’inverso troppo pura, sta causando preoccupanti malori e addirittura seminando morte nei casi registrati dalla cronaca degli ultimi tempi.

In un caso, il primo di cui si è occupata la Polizia ed avvenuto a settembre, la Narcotici ha verificato che il tossicodipendente aveva acquistato la droga nella zona di Porto Recanati; negli altri casi invece appare probabile l’acquisto in città. E dopo il colpo messo a segno il 7 ottobre, con un blitz in via Mattei nell’ area portuale, dove era stato arrestato il tunisino N. M., trovato in possesso di una ventina di dosi di eroina nascoste nelle intercapedini di un muro e di circa 200 euro provento di spaccio, un altro successo è stato inanellato dai segugi della Narcotici.

A finire in trappola è stata una nigeriana, O. A. 35enne dimorante nel quartiere di Posatora, con a carico precedenti specifici commessi tra Castelvolturno (Caserta), Ascoli e Teramo. La donna, nullafacente come il marito, è giunta ad Ancona proprio la scorsa estate, con molta probabilità con l’intenzione di cambiare aria dopo aver rimediato denunce in altre province.

E' dopo gli appostamenti e l'ennesimo pedinamento che i poliziotti hanno avuto la certezza che fosse in possesso di eroina. Bloccata nei pressi di via Ragusa, dopo una accurata perquisizione domiciliare, le speranze si traducevano in realtà. Dal congelatore, all’interno di buste di caffè (stratagemma usato dai trafficanti per eludere il fiuto dei cani poliziotto ndr) sono stati trovati diversi ovuli di eroina, per quasi mezzo etto di stupefacente. Oltre alla droga, nel congelatore erano stivati anche 800 euro provento dello spaccio; sequestrati inoltre un bilancino di precisione e fogli di cellophane per il confezionamento in dosi.

Una volta tagliata, avrebbe fruttato circa 13.000 euro. All’esame chimico della Scientifica inoltre la droga ha evidenziato un elevato grado di purezza; i poliziotti stanno ora verificando se la nigeriana possa avere a che fare con le recenti overdose fatali. Visti i precedenti e soprattutto il quantitativo di droga sequestrata, la donna è stata rinchiusa in carcere a Pesaro Villa Fastiggi.






Questo è un articolo pubblicato il 05-11-2016 alle 16:00 sul giornale del 07 novembre 2016 - 3193 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aC97





logoEV
logoEV
logoEV