contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Migranti: Eliantonio (FdI-An), "Accoglienza immigrati ad Ancona, basta business. Si a rendiconto"

2' di lettura
2187

“L’immigrazione per alcuni è una grande occasione economica anche ad Ancona – denuncia Angelo Eliantonio, coordinatore comunale Fratelli d’Italia-AN – con i suoi 534 immigrati presenti nelle strutture temporanee e nel progetto di Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati."

"Questo settore, che muove ormai interessi e cifre importanti, presenta molti lati oscuri perché le associazioni e le cooperative che gestiscono gli immigrati non sono tenute a giustificare come hanno speso i soldi pubblici ricevuti. Nessuno scontrino, nessuna fattura, nessun dettaglio delle spese. É ora che anche le istituzioni locali, compreso il comune di Ancona e l’assessore ai servizi sociali Capogrossi, accendano i riflettori sul business dei migranti; sono necessarie regole più chiare e più giuste per l’accoglienza degli immigrati. La nostra idea – propone Eliantonio – è obbligare i soggetti che si occupano di offrire vitto, alloggio e attività per gli immigrati a rendicontare tutte le spese sostenute. E’ impensabile un sistema in cui un’azienda che che riceve soldi pubblici per un progetto qualsiasi è costretta a presentare una documentazione per cui l'elenco è lunghissimo mentre associazioni e cooperative che gestiscono l’accoglienza dei migranti possono avere rimborsi forfettari solo in base alla comunicazione del numero di persone a carico e in base ai giorni di permanenza nelle strutture. Pretendere chiarezza e trasparenza in merito a questo delicato tema è diventata una imprescindibile necessità per tutti gli italiani e per tutti gli anconetani, non solo per riportare la questione nei binari della legalità ma soprattutto per dissipare ogni dubbio che spesso la gestione degli immigrati genera nell’opinione pubblica, anche e soprattutto locale”.

Angelo Eliantonio, portavoce comunale Fratelli d’Italia-AN



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-01-2017 alle 11:58 sul giornale del 09 gennaio 2017 - 2187 letture