contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > SPETTACOLI
comunicato stampa

L’anconetana Lucia Mascino attrice in Babylon sisters

2' di lettura
2560

Nel cast la giovanissima ballerina Amber Dutta, le attrici Nav Ghotra e Lucia Mascino con la speciale partecipazione di Renato Carpentieri L’attrice Mascino nel film “Babylon Sisters” dal 5 ottobre al cinema Ancona. Una storia di danza, donne e migrazione girata a Trieste.

L’attrice Lucia Mascino, nata a Ancona, è una delle protagoniste del film “Babylon Sisters” del regista Gigi Roccati che uscirà al cinema Galleria di Ancona dal 5 ottobre (via Giannelli, 1). Il film uscirà nei cinema d’Italia con Lo Scrittoio. Le informazioni su prezzi e orari dal profilo “facebook” (cinema Galleria Ancona). Proiezioni alle ore 16.30, 18.30 e 20.30. Il film, che ha riscosso riconoscimenti di critica e pubblico nei festival e nelle rassegne in cui è stato presentato, (tra cui la Festa del Cinema di Roma, London Indian Film Festival, Pune International Film Festival in India) e interpretato da Amber Dutta, Nav Ghotra, Lucia Mascino, Peppe Voltarelli e Renato Carpentieri, racconta la storia di Kamla (Dutta, già finalista di Italian's Got Talent), una bambina che da poco si è trasferita con i genitori in un palazzo alla periferia di Trieste abitato da altre famiglie di immigrati e da un vecchio professore burbero. Quando arriva la lettera di sfratto, tutta la famiglia cerca in ogni modo di non lasciare la propria casa, ma le reazioni sono diverse tra uomini e donne. Il caso di Shanti (Ghotra) che non si infuria e dispera come il marito, ma pensa invece solo a come risolvere il problema. Lei dalla sua ha un dono, quello di saper ballare, proprio come una star di Bollywood, e con l'aiuto di un'amica italiana, progetta una scuola di danza. Questa sarà l'occasione di riscatto personale, familiare e collettivo, mentre la piccola Kamla riuscirà a sciogliere il cuore del professor Leone (Carpentieri) che gli immigrati proprio non li vuole vedere. E, nel frattempo, in città già si parla delle “Babylon Sisters”! “Il film è liberamente ispirato al romanzo Amiche per la pelle della scrittrice indiana Laila Wadia – ha spiegato Roccati -, una donna che da trent'anni vive a Trieste. Il titolo del film è ispirato proprio alla sorellanza di un gruppo di donne che si uniscono nella lotta per la casa e finiscono poi per aprire una scuola di ballo in una periferia degradata, diventando una rock band di quartiere. Mi affascinava esplorare un'idea di bellezza senza stereotipi”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-10-2017 alle 15:54 sul giornale del 05 ottobre 2017 - 2560 letture