contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CULTURA
comunicato stampa

Marche Teatro: l'attività produttiva e di programmazione nei teatri e negli spazi prove

7' di lettura
1362

Dopo l’apertura della Stagione Teatrale che ha registrato un aumento di abbonati e un sold out per le quattro serate d’apertura con il musical Mamma Mia!, l’avvio del Cinemuse (il Ridotto attrezzato per proiezioni) con in diretta dal Grande Teatro del Liceu di Barcellona “Un ballo in maschera” e l’apertura del Musebar (nuovo spazio ristoro all’ingresso del teatro in collaborazione con Tipicità), è in pieno fermento l’attività di produzione e continua la programmazione.

Al Teatro Sperimentale sono in corso le prove di “Enrico IV” nuova produzione di Marche Teatro con Carlo Cecchi. Lo spettacolo ha adattamento e regia di Carlo Cecchi, con in scena lo stesso Cecchi, Angelica Ippolito, Gigio Morra, Roberto Trifirò e con Federico Brugnone, Davide Giordano, Dario Iubatti, Matteo Lai, Chiara Mancuso Remo Stella. Le scene sono di Sergio Tramonti, i costumi di Nanà Cecchi, le luci di Camilla Piccioni, assistente alla regia Dario Iubatti, assistente alle scene Sandra Viktoria Muller. Lo spettacolo debutta ad Ancona dal 4 al 12 novembre al Teatro Sperimentale poi sarà in tournée in molti teatri italiani fino a febbraio 2018.

Dopo i successi di La dodicesima notte di Shakespeare, in tournée nelle due ultime stagioni teatrali, Carlo Cecchi – per la terza volta nella sua carriera – torna a Pirandello con uno dei testi più noti e rappresentati: Enrico IV. L’ambivalente rapporto di Cecchi con Pirandello (il 2017 è l’anno del 150° anniversario della nascita dell’autore siciliano) ha prodotto in passato due capolavori: L’Uomo, la bestia e la virtù (portato in scena nel 1976 con innumerevoli riprese fino alla edizione televisiva del 1991) e Sei personaggi in cerca d’autore (quattro stagioni di tournée in Italia e all’estero dal 2001 al 2005). La critica, nell’applaudire Cecchi regista e interprete nelle due precedenti messe in scena pirandelliane, ha sottolineato come la modernità, la freschezza e l’essenzialità siano caratteristiche fondamentali del suo teatro e come Cecchi sia capace di creare spettacoli acuti e sorprendentemente ironici, di folgorante semplicità. Enrico IV è una pietra miliare del teatro pirandelliano e della sua intera poetica. L’opera porta in scena i grandi temi della maschera, dell’identità, della follia e del rapporto tra finzione e realtà. Forse in “Enrico IV”, più che in altre tragedie, il pirandellismo vince i suoi schemi e attinge a una tensione interiore davvero universale.

A Villa Nappi si sta svolgendo una preselezione di quattro giorni per la nuova creazione di Alessandro Sciarroni “Augusto”. 250 sono le domande arrivate per il casting italiano, 40 i preselezionati che stanno lavorando 10 al giorno con Sciarroni e i suoi collaboratori.

È previsto un altro casting a Parigi (il bando scade il 19 novembre), le preselezioni si terranno dal 18 al 22 dicembre e poi la selezione finale per creare la compagnia di 25 artisti sarà sempre a Villa Nappi dal 15 al 19 gennaio 2018. Nel giugno 2017 Alessandro Sciarroni viene invitato dal Centre National de la Danse di Pantin a tenere un workshop di due settimane all’interno del progetto “Camping”. L’artista per l’occasione decide di lavorare alla creazione di uno spazio acustico connotato da una costante vibrazione sonora. A partire da questi materiali, Sciarroni intende produrre una nuova creazione “Augusto”, co-prodotto da Marche Teatro incentrata sull’uso della voce e sulla trasformazione di quest’elemento sonoro in corpo scenico, alla ricerca di una dimensione temporale dilatata. Alessandro Sciarroni torna poi nelle Marche, ad Ancona al Teatro delle Muse (palcoscenico), con un’altra sua creazione Chroma_don’t befrightened of turning the page, il 9 e 10 febbraio 2018 all’interno del cartellone di Scena Contemporanea.

Al Teatro delle Muse domenica 29 ottobre apre la Stagione di Danza 17 18 di Ancona con una serata speciale, Celebrating Kylìan!

Marche Teatro si associa alle manifestazioni che in tutta Europa stanno celebrando il 70° compleanno di Jiří Kylián, Maestro indiscusso della danza, che sarà ad Ancona per l’occasione e presenziare alla proiezione del suo nuovo cortometraggio in prima nazionale al Cinemuse alle ore 19.15, girato ad Ancona sulla scalinata del Passetto nel 2016.

La giornata scelta per celebrare il grande artista ad Ancona, verranno proiettati al Cinemuse alle ore 18.00 il lungometraggio Jirí Kylián, Forgotten Memories, opera biografica su Kylián diretta da Don Kent e Christian Dumais-Lvowskie e alle 19.15 Scalamare, in prima nazionale, ultimo corto di Kylián girato proprio nel capoluogo di regione in uno dei luoghi più rappresentativi della città, la scalinata del Passetto. A seguire è previsto un incontro con il coreografo a seguire moderato e condotto dal critico di danza Rossella Battisti. L’appuntamento è in collaborazione con Cinematica festival. La serata prosegue alle ore 20.45 in Sala Grande con una maratona di danza: il lavoro di Kylián, 14’20” insieme a Wolf di Hofesh Shechter e Rain Dogs di Johan Inger, in uno speciale appuntamento curato da Aterballetto. I tre spettacoli sono proposti ad Ancona in prima ed esclusiva regionale.

Rain Dogs è stato creato per il Basel Ballet nel 2011 e riallestito per l’Aterballetto con tutta la graffiante carica che contraddistingue la musica di Tom Waits e la coreografia di Inger. 14’20” Kilian, masetro della danza contemporanea, affronta il tema universale della fugacità del tempo e dei limiti imposti dalla nascita e dalla morte. Un lasso di tempo in cui l’uomo si dibatte tra amore e dolore, giovinezza e vecchiaia, speranze e illusioni, senza comprenderne il senso. Wolf onesta e cruda, spiritosa e sofisticata è questa nuova creazione di Hofesh Shechter, coreografo israeliano trapiantato a Londra che muove da un lavoro precedente, e viene qui ricreata appositamente e ispirata dai danzatori di Aterballetto. Hofesh Shechter, universalmente riconosciuto come uno degli artisti più emozionanti del panorama contemporaneo, è già stato presente ad Ancona nel 2016 per la residenza creativa della sua produzione Gran Final, di cui Marche Teatro è tra gli entri sostenitori.

scalamare – teaser

Al salone delle feste del Teatro delle Muse è cominciato il montaggio della scena di Tempesta in paradiso nuova produzione Marche Teatro e della Compagnia inglese imitating the dog, che apre il cartellone di Scena Contemporanea dal 15 novembre al 21 dicembre per 20 spettatori alla volta. La regia è di Pete Brooks, il testo di Claire Mcdonald, in scena Barbara Ronchi e Woody Neri. Dopo il successo di The Train, rappresentato ad Ancona in prima nazionale la scorsa stagione, Tempesta in Paradiso (Storm from Paradise) è una nuova, coinvolgente esperienza di teatro immersivo prodotta da Marche Teatro e da una delle più innovative compagnie britanniche: Imitating the dog. Il pubblico siede su una platea girevole posta all’interno dello spazio scenico in cui agiscono gli attori: un uomo e una donna che, in una stanza, immaginano due personaggi che vivono una casa e un giardino in un deserto stranamente abitato. Il testo di Claire Mc Donald è poetico, a tratti surreale. Le dinamiche di coppia emergono attraverso una dimensione onirica in cui l’ambiente naturale che circonda i personaggi rivela una forza distruttiva imprevedibile che sconvolge ogni progetto. L’allestimento vanta le proiezioni e lo straordinario video design di Simon Wainwright. Attraverso la capacità interpretativa degli attori e l’originale dispositivo scenico, gli spettatori parteciperanno delle fantasie e delle immagini evocate dai personaggi e si troveranno al centro di uno svolgimento al tempo stesso intimo e collettivo.

Al Teatrino del Piano sabato 28 alle 18.00 e domenica 29 alle 17.00, l’appuntamento è con la 37° rassegna di Teatro per Ragazzi “APERDITAD’OCCHIO” con il nuovo spettacolo prodotto da Marche Teatro/ Teatro del Canguro “TRE, DUE, UNO…CONTATTO!”. Posto unico € 4.00. Info e prenotazioni 071 82205. La vendita dei biglietti è prevista presso il Teatrino del Piano da un’ora prima dell’inizio dello spettacolo ma, è anche possibile acquistare i biglietti in prevendita, presso la Biglietteria del Teatro delle Muse.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-10-2017 alle 13:37 sul giornale del 30 ottobre 2017 - 1362 letture