contatore accessi free

Si ai sacchetti riutilizzabili per l'ortofrutta. Anche il pentastellato Francesco Prosperi firma la petizione

2' di lettura Ancona 08/01/2018 - Anche il consigliere anconetano pentastellato Francesco Prosperi tra i firmatari della petizione per dire si ai sacchetti riutilizzabili per l'ortofrutta. Ma il Ministero della Salute non pare d'accordo

"La soluzione al problema della spazzatura non è il riciclo, ma il riutilizzo, verso una società a rifiuti zero. L'utilizzo di sacchetti biodegradabili e compostabili è sicuramente un passo avanti, ma il passo più importante sarebbe la possiblità per i consumatori di poter usare borse riutilizzabili, in modo da eliminare una volta per tutte la produzione di imballaggi. I benefici ambientali ed economici sarebbero sicuramente superiori alla situazione ad oggi adottata, senza voler considerare il fatto che ora si è obbligati a spendere da 1 a 3 centesimi per l'acquisto di sacchetti biodegradabili spesso troppo sottili per l'utilizzo della raccolta dell'umido casalingo. Non si capisce il motivo per cui, per motivi igienico-sanitari (?) oggi sia vietato utilizzare sacchetti riutilizzabili nei supermercati: ce ne sono di tutti i tipi, e sicuramente un accordo tra la GDO e i vari ministeri è possibile!" Questa la petizione lanciata su Change.org e sottoscritta anche dal Consigliere comunale del M5S di Ancona Francesco Prosperi è vicinissima dall'arrivare al traguardo delle 7500 firme (ora ne vanta ben 7336).

Lo stesso Ministro dell'Ambiente Galletti starebbe pensando a questa possibilità ovvero di poter riutilizzare i sacchetti portati da casa piuttosto che quelli proposti nel negozio o supermercati che come da nuova legge dovranno essere composti di una percentuale minima bio del 40%. La convinzione anche per lo stesso Ministro rimane quella che il miglior rifiuto è quello che non si produce. Ma la posizione recente del Dicastero della Salute non pare essere a favore: i sacchetti portati da casa dovranno essere monouso ed idoenei per gli alimenti. No, dunque, stando all'ultima posizione ufficiale del Ministero della Salute al riutilizzo dei sacchetti causa rischio di contaminazioni batteriche.






Questo è un articolo pubblicato il 08-01-2018 alle 16:55 sul giornale del 09 gennaio 2018 - 1965 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aQui





logoEV
logoEV
logoEV