contatore accessi free

Passaggio di consegne alla capitaneria di Porto di Ancona, il Contrammiraglio Ferrara lascia il comando: “Lascerò qui un pezzo del mio cuore”

4' di lettura Ancona 26/01/2018 - Venerdì mattina, presso il Terminal Crociere del porto di Ancona si è svolta la cerimonia di avvicendamento del Direttore Marittimo e Comandante della Capitaneria di porto e del porto di Ancona tra il Contrammiraglio uscente Francesco Saverio Ferrara e il Contrammiraglio Enrico Moretti. A presenziare alla cerimonia il Vice Comandante del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera Ammiraglio Ispettore Antonio Basile e le più alte cariche del territorio.

Non bastano, le numerose sedie del terminal, per accogliere tutte le persone che sono venute a rendere omaggio al servizio del Contrammiraglio Ferrara e ad accogliere il Contrammiraglio Moretti, “Una partecipazione straripante” sottolinea il Vice Comandate Basile “Una testimonianza di affetto per Francesco e per Federico”.

Nei suoi quattro anni di servizio come Dirottore Marittimo delle Marche il Contrammiraglio Ferrara ha saputo far apprezzare la sua dedizione presso tutti i numerosi enti, civili commerciali e politici, che orbitano attorno alla complicata e sfaccettata realtà del mare. Numerose le autorità venute a salutare il Comandante che dopo 4 anni di servizio tornerà a Roma per assumere un incarico di rilievo presso il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, nella fattispecie a Capo del Reparto Pesca Marittima, posto alle dirette dipendenze del Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. Presenti i rappresentati e sindaci dei comuni e delle provincie marchigiane marittimi e del Comune di Ascoli come medaglia d'oro al valore, il presidente dell'Autorità Portuale Giampieri, il Sindaco Mancinelli e il Prefetto di Ancona D'Acunto, oltre alle numerose cariche militari dei vari corpi, che collaborano produttivamente con la Guardia Costiera.

Percepibili emozione e commozione nelle parole del discorso del Contrammiraglio Ferrara, che ringrazia per l'affetto e la collaborazione dimostratagli dal territorio nei 4 anni di servizio. Un impegno profuso in ogni campo toccato dalla Blue Economy, con la responsabilità di far rispettare le regole, senza che queste però diventassero un freno, la tutela del patrimonio naturale delle coste marchigiane e l'attività di sicurezza e salvataggio in Mare, che ha visto sotto il comando di Ferrara la Guardia Costiera impegnata nel soccorso di 192 unità navali e il salvataggio di 453 persone nei 180 km di coste marchigiane e 9500 kmq di Area Responsabilità Ricerche. Un impegno profuso nella massima vicinanza al territorio alla popolazione e ai suoi uomini, che traspare nelle parole del Contrammiraglio: “Un abbraccio agli amici, quelli veri. Lascerò qui un pezzo del mio cuore. In questa storica città marinara che è Ancona e che è anche oggi uno dei più importanti snodi di scambio” “ un abbraccio anche agli uomini e alle donne della Guardia Costiera e ai 285 temporaneamente schierati nel canale di Sicilia. Ringrazio particolarmente don Dino, nostro cappellano, nella cui figura h trovato non solo una guida spirituale ma anche un amico e alla mia compagna”.

Al termine del discorso il passaggio di consegne con il Contrammiraglio Moretti, sottolineato dallo squillare delle sirene del Porto, che accolgono festose il nuovo Comandante della Capitaneria di porto e Direttore Marittimo. Moretti lascia la Direzione di Abruzzo e Molise per ritornare, nativo di Porto Sant'Elpidio, nella sua Regione. “Spero di essere all'altezza del mio predecessore, a cui va tutta la mia stima e tutta la mia riconoscenza” afferma il Contrammiraglio Moretti, “non voglio spendermi in buoni propositi, ma cercherò di essere fedele alle mie coordinate, ovvero vivere agendo e non pensare di agire, privilegiando le vie del cuore. Favorendo il dialogo e l'ascolto con tutti cloro che vivono e lavorano sul mare e con i cittadini. Non correre da soli per vincere, ma camminare insieme per andare lontano”.

Chiude la cerimonia il saluto del Vice Comandante del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera Ammiraglio Ispettore Antonio Basile: “Un bellissima emozione quella del tuo discorso (riferendosi al Contrammiraglio Ferraran.d.r.) che testimonia il tuo impegno qui. I tuoi uomini si mostrano dispiaciuti per la tua partenza, quanto fiduciosi per l'arrivo di Moretti. Un impegno che non è passato inosservato al Comando, e quel riferimento che verrà a mancare a livello locale lo ritroveranno a livello centrale. Un'emozione che ho ritrovato anche nel discorso di Enrico ( Contrammiraglio Moretti n.d.r.) che testimonia chi va al di là della funzione pubblica, per un più intimo affiatamento a questa Forza di uomini e donne affinchè il nostro corpo possa sempre migliorarsi”.


di Filippo Alfieri
redazione@vivereancona.it







Questo è un articolo pubblicato il 26-01-2018 alle 13:50 sul giornale del 27 gennaio 2018 - 2109 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, articolo, Filippo Alfieri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aQ5h





logoEV
logoEV
logoEV