contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Potere al Popolo! Ecco tutti i candidati nelle Marche presentati ad Ancona

3' di lettura
4221

Decine di assemblee, centinaia e centinaia di storie, delegati di fabbrica, precari in lotta, studenti ed insegnanti contro la buona scuola, il protagonismo delle donne e poi le forze politiche che in questi anni hanno resistito all'omologazione neoliberista. Tutto Questo è Potere al Popolo! In poche settimane questo NO all'omologazione è diventato una proposta politica e nelle Marche, in pochi giorni, a migliaia hanno sottoscritto la nostra Lista.

Gentilezza, felicità, solidarietà, ambiente, salute, lavoro sono diventati un programma: riduzione dell'orario di lavoro per lavorare tutti, diritto alla pensione e quindi abrogazione della legge Fornero, nuova economia centrata sulla cura dei territori e dell'ambiente, accoglienza, solidarietà e diritti per tutte e tutti, impegno pacifista per fermare le spese militari e smantellare gli arsenali atomici e l'occupazione NATO del nostro paese. Di questo e altro hanno parlato dettagliatamente nella conferenza stampa di sabato mattina ad Ancona i candidati nelle Marche della Lista di Potere al Popolo!, unica genuina giovanile radicale novità di queste elezioni politiche 2018.

I candidati di Potere al Popolo! nelle Marche

Senato collegi uninominali: 1. Giuseppe Cucchiarini 2. Stefano Tenenti 3. Lucia Interlenghi

Camera collegi uninominali: 1. Gabriele Marcozzi 2. Daniele Rossini 3. Stefano Casulli 4. Valeria Carnevali 5. Rosaria Diamantini 6. Giuseppina Severi

Collegio proporzionale Marche Senato: 1. Stefano Gatti 2. Anna Maria Bellelli 3. Raffaele Natella 4. Elisa Cipriani

Collegio proporzionale Camera Deputati Marche 1 Ancona-Pesaro: 1. Fabio Pasquinelli 2. Anaita Dowlatabadi 3. Francesco Angeloni 4. Elisa Cipriani Collegio proporzionale Camera Deputati Marche 2

Camera Ascoli-Fermo –Macerata: 1. Stefania Castellucci 2. Stefano Carulli 3. Domiziana Acciarri 4. Orlando Marchetti

Potere al popolo risponde anche nei confronti dei fatti di Macerata. Luca Traini, un neofascista di Macerata già candidato con la Lega Nord alle elezioni amministrative di Corridonia del 2017, questa mattina ha tentato di uccidere sei migranti sparando dalla sua automobile lungo le strade di Macerata: alle vittime della follia fascista va tutta la nostra solidarietà. Traini è stato arrestato poco dopo mentre, nei pressi del monumento ai caduti, faceva il saluto romano. Chi conosce Macerata sa che il 28enne neofascista è da sempre vicino a CasaPound e ad altre organizzazioni di destra come Forza Nuova. Della sua appartenenza ideologica non ci sono dubbi e anche per questo chiediamo che non venga definito "pazzo", né "squilibrato" ma semplicemente fascista. Stabilire questo elemento ci sembra la prima forma di verità. Alla luce di ciò, come attivisti e candidati di Potere al Popolo chiediamo che il ministro degli Interni Marco Minniti, sempre estremamente solerte a combattere il degrado colpendo poveri e migranti, imponga l'immediata chiusura di Casa Pound e di tutte le altre organizzazioni che si ispirano esplicitamente al regime fascista. Si tratta, a questo punto, di una forma minima di "igiene" da fare immediatamente e senza più tentennamenti. Dopo Amedeo Mancini, killer di Emmanuel a Fermo, e dopo una lunga serie di aggressioni e violenze nel nostro territorio, oggi abbiamo assistito a un atto terroristico vero e proprio che avrebbe potuto causare una strage. Per questo chiediamo che le istituzioni non utilizzino nessuna clemenza verso chi ha commesso questi folli gesti e verso le organizzazioni che al loro interno covano i tanti Luca Traini pronti a colpire, con le armi o con le parole.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-02-2018 alle 18:31 sul giornale del 05 febbraio 2018 - 4221 letture