contatore accessi free

Nuove accuse per il Pubblico Ufficiale che prometteva soldi in cambio di assoluzione in Tribunale

avvocati legge tribunale 1' di lettura Ancona 14/05/2018 - Truffa, peculato e utilizzo abusivo ai sistemi informatici delle banche dati protette le nuove accuse all'ex Comandante della Stazione dei Carabinieri di Brecce Bianche. Avrebbe agito anche con la complicità di altri pubblici ufficiali

Era stato arrestato nel Giugno 2017 con l'accusa di millantato credito, dopo esser stato denunciato da un imputato in un processo al quale aveva promesso l'assoluzione in cambio di 2 mila euro. Ma le indagini hanno portato alla luce altre presunte attività illecite dell'ex Comandante dei Carabinieri (Link).

Accuse di truffa e abuso dei sistemi informatici, che l'ufficiale avrebbe utilizzato per rintracciare soggetti a cui proporre lo scambio denaro per assoluzione. Tra le varie attività illecite gli inquirenti dei Carabinieri di brecce Bianche e della Procura di Ancona ipotizzano possa esserci anche quello di peculato. B. avrebbe sottratto fondi pubblici appropriandosene. Per questo ultimo reato in particolare si sospetta la partecipazione di altri Pubblici Ufficiali su cui le Autorità stanno ancora indagando.


di Filippo Alfieri
redazione@vivereancona.it





Questo è un articolo pubblicato il 14-05-2018 alle 00:31 sul giornale del 14 maggio 2018 - 938 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ancona, articolo, Filippo Alfieri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aUvk





logoEV
logoEV