contatore accessi free

Rimborsi Tari, quasi pronto il provvedimento del Comune, l’emanazione sarà preceduta da un confronto con le associazioni dei consumatori

tari| 3' di lettura Ancona 25/09/2018 - “Dopo aver atteso che il Governo centrale, sia quello precedente che l'attuale, per evitare ulteriori pasticci, emanasse un provvedimento nazionale sul come procedere in maniera uniforme e valevole per tutti i Comuni italiani interessati, riguardo ai rimborsi della Tari, abbiamo dovuto optare per una soluzione diversa.

Stiamo costruendo un percorso, a seguito anche di pareri tecnico giuridici che abbiamo chiesto, che prescinde da un provvedimento nazionale. Questo ha determinato qualche settimana di ritardo che non permetterà di attuare questo meccanismo nel mese di novembre. Questo non pregiudica in alcun modo le posizioni dei cittadini, la prescrizione per l'anno 2014 che è l'anno più lontano, scade comunque al 31 dicembre 2019. Quindi c'è un anno per fare tutti gli atti necessari”. Così il sindaco, Valeria Mancinelli sulla questione dei rimborsi della Tari.

“Tra qualche giorno definiremo, anche alla luce dei pareri chiesti, il percorso amministrativo e ci confronteremo anche con le associazioni dei consumatori entro una decina di giorni. Dopo di ciò, daremo attuazione a questo provvedimento. Concretamente tutto il meccanismo andrà in attuazione nel primo semestre 2019, certo con qualche mese di ritardo ma questo è dovuto all'attesa di un provvedimento nazionale che non è mai giunto mentre i Comuni sono stati costretti al fai da te”.

La vicenda dei rimborsi Tari era scaturita ad ottobre dello scorso anno, dopo una risposta dell'allora sottosegretario Barretta ad una interrogazione parlamentare. Sorse un «caso Tari» relativo al rimborso della quota variabile che fa parte della Tari, applicata con modalità non uniformi alle pertinenze delle abitazioni e contestate dal Ministero.


Su circa 40.000 utenze del Comune di Ancona, applicando il criterio Baretta, circa 16.000 utenze avrebbero pagato o pagherebbero qualcosa di meno ma le altre 24 mila pagherebbero qualcosa in più perché il costo del servizio, secondo la normativa sui rifiuti, va coperto nella sua interezza e ripartito tra chi ne usufruisce, un po' come il principio dei costi delle parti comuni di un condominio.

Sempre in tema TARI, Ancona Entrate rende noto che, in vista della scadenza della presentazione della richiesta di agevolazione TARI 2018 in base a dichiarazione ISEE in corso di validità, prevista entro il 1 ottobre 2018, sarà effettuata un’apertura straordinaria al pubblico LUNEDI’ POMERIGGIO 1 OTTOBRE DALLE ORE 15.00 ALLE ORE 17.00 per fornire tutte le informazioni e l'assistenza necessaria ai contribuenti.

Pertanto lo sportello al pubblico di Ancona Entrate, sito in via dell'Artigianato, 4 - Ancona (zona Palombare) rimarrà aperto fino al 1 ottobre nei seguenti orari: MERCOLEDI’ 26 SETTEMBRE 9.00 - 13.00 GIOVEDI' 27 SETTEMBRE Orario continuato 10.00 - 16.00 VENERDI’ 28 SETTEMBRE 9.00 - 13.00 LUNEDI’ 1 OTTOBRE 9.00 - 13.00 15.00 – 17.00. Per informazioni è possibile contattare il numero verde 800.551.881 o recarsi presso lo sportello al pubblico di Ancona Entrate Srl, via dell'Artigianato, 4 - Ancona (zona Palombare).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-09-2018 alle 20:05 sul giornale del 26 settembre 2018 - 1670 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, comune di ancona, TARI

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aYJN





logoEV
logoEV