contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
articolo

Un presidio fisso della polizia municipale in piazza Ugo Bassi. Sopralluogo ai "Toroidi" del Capolinea

1' di lettura
1063

Un presidio fisso della polizia municipale in piazza Ugo Bassi, insieme al ritorno del vigile di quartiere. Usa il pugno di ferro il Comune per restituire serenità a un quartiere segnato da mille problemi, fra droga, episodi di violenza e criminalità.

Nel 2019 ci sarà l’avvento del posto fisso di polizia, come annunciato dal sindaco Valeria Mancinelli in una conferenza congiunta con Liliana Rovaldi, comandante della polizia municipale e Muzio Papaveri, presidente di Conerobus, che hanno effettuato un primo sopralluogo nella zona dei toroidi di piazza Ugo Bassi. «La presenza di un punto stabile servirà a rasserenare i cittadini e i commercianti che ci hanno chiesto maggiore impegno in termini di sicurezza per il quartiere - ha commentato la Mancinelli -. La presenza di un presidio stabile, insieme al ritorno del vigile di quartiere, è un segnale importante che vogliamo lanciare alla città. Servirà anche a raccogliere le segnalazioni dei residenti in una zona molto trafficata e frequentata». Soddisfatta anche la comandante Rovaldi: «E’ una risposta in più alle esigenze degli anconetani - ha detto -. Il Piano, gli Archi e la stazione sono le aree che verranno monitorate maggiormente».

Erano stati i consiglieri comunali in forza alla Lega, in primis Marco Ausili con il sostegno di Antonella Andreoli e Maria Grazia De Angelis, a chiedere con forza la presenza del vigile di quartiere lo scorso settembre. Stando ad Ausili il Vigile Urbano poteva essere un anello di congiungimento nei quartieri strategici, un "contatto con le forze dell’Ordine".



Questo è un articolo pubblicato il 29-11-2018 alle 00:21 sul giornale del 29 novembre 2018 - 1063 letture