contatore accessi free

Si toglie la vita nella sua abitazione, tragedia per un pizzaiolo 47enne

1' di lettura Ancona 13/12/2018 - Si è annodato una corda al collo ed è andato incontro alla morte. Quando sono arrivati i soccorritori, ormai non c’era più niente da fare.

Sembra fosse piombato in un profondo stato di depressione l'uomo, pizzaiolo anconetano di 47 anni, trovato senza vita nel suo appartamento dai familiari. La tragica scoperta è stata fatta martedì sera in via Fabriano.

Separato e padre di una ragazzina, non ha lasciato neppure un biglietto, ma secondo i carabinieri il drammatico gesto sarebbe da ricondurre ai suoi problemi personali. L'uomo era conosciuto per la sua attività: esattamente cinque anni fa, rimasto senza lavoro, aveva deciso di riscattarsi rilevando la pizzeria di via Podesti 8, approfittando di un bando della Confartigianato e di un prestito d’onore erogato dalla Regione.

Gli affari, però, non sono andati come sperava. La chiusura dell’attività, alcuni mesi fa, è stato l’ennesimo colpo basso che gli ha riservato la vita. Martedì sera, sopraffatto dalla disperazione, ha deciso di porre fine alle sue sofferenze nel modo più tragico, togliendosi la vita nel suo appartamento. Quando il 118 e i carabinieri sono intervenuti, su segnalazione dei familiari, ormai era troppo tardi.






Questo è un articolo pubblicato il 13-12-2018 alle 09:59 sul giornale del 14 dicembre 2018 - 4324 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/a2pA





logoEV
logoEV