Parco del Conero, finisce il commissariamento: il Consiglio regionale ha approvato la nuova legge

parco del conero 2' di lettura Ancona 05/02/2019 - Termina il lungo periodo del commissariamento dell’Ente Parco del Conero. Il Consiglio regionale delle Marche ha approvato a maggioranza (con il voto contrario del Movimento 5 stelle e del consigliere Sandro Bisonni) la legge contenente le disposizioni per restituire piena operatività all’Ente, attraverso un direttivo che sarà costituito da nove componenti, per garantire una equilibrata rappresentanza di tutti i soggetti interessati.

Rispetto alla proposta iniziale, che prevedeva 8 componenti all’interno del direttivo, il testo è stato integrato da una emendamento, a firma del consigliere di Mdp, Gianluca Busilacchi, per inserire un rappresentante delle Università. Nel Consiglio direttivo siederanno, pertanto, un rappresentante della Regione, uno designato da ciascun Comune il cui territorio insiste in quello del Parco (i Comuni di Ancona, Camerano, Sirolo, Numana), un rappresentante delle associazioni ambientaliste, uno degli agricoltori, uno delle associazioni delle categorie che operano in ambito turistico (elemento di grande novità, mai previsto nelle precedenti esperienze) e, appunto, uno del mondo accademico.

“E’ una composizione perfettamente rispondente alle esigenze di equa rappresentatività – ha dichiarato il presidente della Terza Commissione, Andrea Biancani – senza sbilanciamenti e sperequazioni a favore di questo o l’altro soggetto”. “Cosa, quest’ultima, che, se fosse stata recepita così come era stata proposta da alcuni consiglieri di minoranza – ha commentato Biancani – avrebbe sì determinato una ingiusta predominanza di interessi in campo”.

Alla Regione viene, anche, riconosciuta la possibilità di effettuare la nomina del presidente dell’Ente, anche tra soggetti esterni al Consiglio direttivo, su proposta dello stesso Consiglio. La legge prevede, inoltre, che il Consiglio direttivo resti in carica cinque anni, coincidenti e collegati con la durata della legislatura regionale.

“Attraverso la legge si restituisce piena funzionalità all’Ente Parco del Conero, dopo un lungo commissariamento e periodi di sostanziale inoperatività, e si riafferma, se ce ne fosse bisogno, la volontà della Regione di investire sul ruolo e sulle potenzialità dei Parchi e delle aree naturali, motori della promozione turistica, elementi distintivi della qualità delle imprese che operano nel biologico, luoghi di formazione ed educazione ambientale”.

“Per questi motivi, la Regione ha stanziato 5,8 milioni di euro per il triennio 2019-2021 (1,8 mln per il 2019, 1,5 mln per il 2020 e 2,5 mln per il 2021), risorse per la prima volta riconosciute ad inizio anno per garantire al meglio l’operatività dei Parchi e consentire una adeguata programmazione”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-02-2019 alle 17:39 sul giornale del 06 febbraio 2019 - 1976 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, politica, conero, parco del conero, consiglio regionale delle marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a31h