Falconara: mareggiate, già aspirati dai sottopassi 200mila litri d'acqua

2' di lettura 14/11/2019 - Sono partiti attorno alle 11 di giovedì 14 novembre i lavori di svuotamento dei sottopassi di Falconara. E’ stato infatti chiesto l’intervento della protezione civile della Regione Marche per liberare gli accessi sotterranei alla spiaggia, ostruiti da acqua e sabbia a causa delle violente mareggiate.

La richiesta è stata formalizzata questa mattina nel corso della riunione del Coc (Centro operativo comunale), convocato alle 10.30 dal sindaco Stefania Signorini per fare il punto sulle criticità dovute alle violente mareggiate nella notte tra martedì 12 e mercoledì 13 novembre. L’emergenza ha riguardato in particolare i sottopassi di via Goito (Casina Rosa), del Disco e di Villanova (Cacciatori e Santinelli), che sono stati ostruiti da acqua, sabbia e ghiaia a causa della violenza del mare.

La protezione civile delle Marche, per aspirare acqua e detriti, ha messo a disposizione una potente motopompa (in aggiunta a una più piccola), che è stata utilizzata dai volontari del gruppo comunale di protezione civile di Falconara, arrivati con la motopompa di loro proprietà. Gli interventi sono partiti dal sottopasso di via Goito, l’unico che permette ai mezzi di soccorso di raggiungere il litorale. Sul posto anche operai e tecnici del Comune. Aspirata l’acqua, quando la sabbia sarà asciutta sarà possibile rimuoverla. Il sottopasso rimarrà chiuso al transito finché non saranno ripristinate le condizioni di sicurezza e fino ad allora resta l’invito ai cittadini di non recarsi in spiaggia, data l’impossibilità di accesso dei mezzi di soccorso.

Nella sola mattinata di giovedì sono stati aspirati almeno 200 mila litri di acqua e altrettanti sono quelli rimasti, da aspirare nel pomeriggio. Osservata speciale anche la spiaggia di Villanova, dove questa mattina l’assessore all’Urbanistica Clemente Rossi ha incontrato i rappresentanti di Viva Servizi e Marche Multiservizi. Erano presenti anche il consigliere Marco Baldassini e alcuni pescatori della spiaggia.

A preoccupare è l’erosione, aggravata dalle mareggiate che hanno accumulato tutta la ghiaia verso la ferrovia. Il fenomeno ha lasciato in parte scoperto il collettore di Viva Servizi che quindi è più esposto agli agenti atmosferici, mentre le fondamenta dello scolmatore di Villanova sono state in parte erose. Sarà necessario livellare la ghiaia, in modo da consentire ai mezzi di percorrere la spiaggia. La ghiaia dovrà essere riportata verso riva per proteggere le tubature e per rinforzare le fondamenta del collettore.

"Ringrazio le maestranze comunali e i volontari del gruppo comunale di protezione civile – dice il sindaco Stefania Signorini – che si sono mobilitati non appena è arrivata l’attrezzatura per liberare il sottopasso di via Goito, di importanza strategica per tutto il territorio".








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-11-2019 alle 16:20 sul giornale del 15 novembre 2019 - 889 letture

In questo articolo si parla di attualità, falconara marittima, Comune di Falconara Marittima, mareggiata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bcOe





logoEV
logoEV